Twitter App Graph: come funziona

Twitter App Graph: come funziona

Nuovo aggiornamento in arrivo per Twitter, la nuova novità che arriverà presto all’interno dell’applicazioni per dispositivi mobili si chiama App Graph, creata per analizzare e inviare ai server del social network quali app utilizzano gli utenti, elaborando delle statistiche in funzione dei dati rilevati. A questo punto è giusto chiedersi: a cosa serve App Graph? Questa nuova funzione è stata creata dal social network per ottimizzare la pubblicità. Twitter spiega infatti che grazie a questo aggiornamento potrà offrire una pubblicità più mirata elaborata quindi in funzione di quello che sarà installato sugli smartphone e tablet dei vari utenti.

Dopo Facebook e Google anche Twitter si adegua a questo metodo di analisi, quindi niente di nuovo se vogliamo. Attualmente tutti le più grosse società con servizi sul web operano in questo modo, Google per esempio tramite le ricerche effettuate e Gmail, Facebook tramite le pagine visitate e gli amici. Non può che essere così se ci pensate, viviamo in un era dove la parte più importante della pubblicità è on-line ed è praticamente ovvio che anche Twitter si adeguasse a questo.

Dal punto di vista degli inserzionisti tutto questo è un vantaggio, ma se giriamo la medaglia dalla nostra parte la nostra privacy non può ritenersi felice. App Graph guarderà nel nostro dispositivo, controllerà i nostri gusti, cercando di capire cosa ci piace fare, creando poi una pubblicità fatta su misura per noi. Twitter commentando questa futuro aggiornamento ha dichiarato che il servizio non andrà ad analizzare i dati all’interno delle app, si fermerà al nome. Il social spiega inoltre, per tranquillizzare i suoi utenti che quando il servizio di monitoraggio sarà attivo verrà segnalato.

Fonte | 9to5google

 

 

 

Google+ Comments