NetRider: i mezzi di trasporto diventano hotspot gratuiti

NetRider: i mezzi di trasporto diventano hotspot gratuiti

Vi è mai capitato di essere in una grossa città alla ricerca di un HotSpot Wi-Fi e magari non trovare nelle vicinanze un bar, un locale che lo mettere a disposizione gratuitamente? Credo proprio di si. A questo punto se non ci sono punti di connessione vicine e se la rete dati del vostro cellulare vi ha abbandonato, le possibilità di connessione sono pari a zero. A quanto pare, grazie ad una startup portoghese una possibilità di connessione esiste.

NetRider, questo il nome del dispositivo, è stato testato a Porto, capitale del Portogallo, dove la startup, invece di pensare ad una fornitura di massa della rete wi-fi, ha pensato di equipaggiare diverse centinaia di veicoli con un router WiFi, più di 600 per l’esattezza. Grazie alla circolazione di questi veicoli la città sarà coperta anche in punti dove prima non era possibile avere connessione WiFi. L’azienda, per sviluppare al meglio il progetto, ha recentemente trasferito la sua sede negli Stati Uniti, dove però prima di tutto dovrà capire la regolamentazione legale per poterlo testare. NetRider verrà secondo le prime ipotesi testato in città come San Francisco, New York City e Austin prima di passare ad altre parti del paese.

NetRider è interessante non c’è dubbio, in altri paesi, come per esempio i Paesi Bassi, la presenza del wi-fi a bordo dei mezzi pubblici è già presente, ma questa vuole andare oltre e creare una vera e propria rete all’interno delle città. Ecco di seguito il video di presentazione di Veniam la società che ha sviluppato NetRider:

Fonte | ubergizmo

Google+ Comments