StoreDot: la batteria che si ricarica in un minuto in arrivo nel 2016

StoreDot: la batteria che si ricarica in un minuto in arrivo nel 2016

Se vi chiedessi qual è la maggiore scomodità in uno smartphone cosa rispondereste? La maggior parte di voi risponderà quasi sicuramente l’autonomia della batteria. Questa limitatzione porta spesso a dover tenere in borsa un caricabatterie esterno così da avere autonomia extra in caso di emergenza. La difficilissima sfida dei produttori di smartphone è proprio questa, capire come dare più autonomia ai propri smartphone in funzione dell’incremento delle prestazioni che gli ultimi modelli richiedono.

StoreDot, una startup israeliana, sembra aver trovato la soluzione ai problemi di autonomia degli smartphone, creando un interessante prodotto che secondo le previsioni potrebbe essere prodotto già nel 2016. StoreDot, nata da di diversi tipi di ricerca del dipartimento di nanotecnologia della Tel Aviv University tra cui quelle sul morbo di Alzheimer, ha scoperto l’esistenza di una molecola definita peptide capace trattenere una carica elettrica.

Le batterie che utilizzeranno questa tecnologia, potranno quindi assorbire una carica più velocemente di altre, anche se la loro capacità complessiva potrebbe essere inferiore. Purtroppo, la tecnologia attualmente non può essere utilizzata all’interno degli attuali smartphone o tablet, ma la società sta già trattando con circa 15 produttori di smartphone per inserirla nei prossmi modelli. StoreDot secondo le sue prospettive auspica di ottenere il primo contratto per la produzione entro la fine dell’anno. Se tutto andrà come ipotizzato dalla società a Natale 2016, la tecnologia potrebbe essere presente all’interno di alcuni dispositivi.

I proprietari di uno smartphone, con al suo interno questa tecnologia potrebbero avere tra le mani una tecnologia interessante che elimina totalmente la preoccupazione di arrivare a fine giornata con la carica del dispositivo perchè basterà un solo minuto per ricaricarlo. L’aggiunta di questa tecnologia all’interno dello smartphone aumenterebbe però il costo del telefono di 50 dollari ma possiamo stare tranquilli che se StoreDot sarà davvero disponibile molti utenti spenderanno tranquillamente di più per avere a disposizione questa comodità.

È interessante notare che la stessa tecnologia di carica della batteria potrebbe in futuro essere utilizzata nelle batterie per auto, la società ipotizza infatti che con un carica di 5 minuti la vettura avrà a disposizione 150 km di autonomia. I presupposti ci sono tutti per vedere StoreDot sul mercato, no resta quindi che aspettare per capire se sotto l’albero di Natale del 2016 ci sarà uno smartphone con questa tecnologia.

Fonte | bgr

Google+ Comments