LinkedIn Pulse: sarà presto possibile pubblicare in tutte le lingue

LinkedIn Pulse: sarà presto possibile pubblicare in tutte le lingue

L’arrivo di Linkedin Pulse ha portato nel mondo dei professionisti la possibilità di condividere i propri contenuti e i progetti in ambito lavorativo, in un vero e proprio blog. Attualmente la pubblicazione su Linkedin è possibile solo per gli utenti in lingua inglese, chi volesse infatti pubblicare su Pulse è infatti costretto a cambiarla, aggirando il limite imposto dal social. Leggendo però l’ultimo post pubblicato alcuni giorni fa sul blog Linkedin le cose legate alla pubblicazione su Pulse potrebbero presto cambiare. Linkedin annuncia infatti che gli utenti potranno presto utilzzare e pubblicare su Linekdin Pulse nella loro lingua. Il primo a beneficiare di questo sarà il portoghese. Nei prossimi mesi, spiega il blog verranno aggiunte altre lingue, le prime saranno tedesco e francese, successivamente verranno inserite tutte le altre.

A questo punto però è giusto chiedersi: perchè il portoghese? Secondo i dati pubblicati da Linkedin nel corso delle ultime settimane il Brasile vanta 22 milioni di utenti attivi e le prospettive di espansione sono molto interessanti. Grazie a questi dati il social a voluto dare a loro la priorità rispetto ad altre lingue. Prima di attivare il portoghese Linkedin ha però fatto alcuni test per verificare la risposta degli utenti a riguardo, dando ad alcuni utenti brasiliani la possibilità di pubblicare e la risposta è stata molto interessante. Sono stati pubblicati infatti migliaia di post dando così un ulteriore conferma della sua scelta.

La possibilità di pubblicare su Linkedin Pulse è per tanti utenti molto importante, l’arrivo della compatibilità con nuove lingue invoglierà sicuramente tanti utenti a pubblicare nuovi contenuti legati alla loro sfera professionale. Il social non parla di lingua italiana nel proprio post e quindi non siamo in grado di dire quali siano i tempi di attivazione, non resta che attendere una nuova comunicazione dalla società. Vista l’attivazione però di portoghese e presto tedesco e francese i tempi potrebbero non essere lunghissimi.

Google+ Comments