PayPal.me: il pagamento adesso è social

PayPal.me: il pagamento adesso è social

PayPal lancia un nuovo servizio chiamato PayPal.Me che metterà a disposizione dei suoi utenti un nuova nuova modalità di pagamento più semplice e più intuitiva. Grazie alla novità introdotta sarà possibile, creando un URL personalizzato collegato all’account principale, ricevere una somma in denaro via sms, chat, email semplicemente condividendolo.

paypalme_home

Una volta condiviso, chi dovrà inviare soldi per esempio per saldare un debito, visualizzerà una semplice schermata nella quale potrà effettuare l’operazione. Per poter utilizzare PayPal.me è necessario disporre di un account PayPal. Il servizio di pagamenti, per rendere il servizio più accessibile, ha inserito nella sezione di  PayPal.Me la possibilità di creare velocemente il profilo così evitare all’utente di creare prima il profilo su PayPal e poi accedere al nuovo servizio.

paypalme_link

Se ci pensiamo bene, il denaro è una tra le cose più social – spiega il general manager di PayPal Italia Angelo Meregalli –  tramite l’utilizzo dei soldi si possono creare relazioni per esempio tra le persone e le aziende. Oltre ad essere conveniente per tutti, l’ingresso del sistema di pagamento all’interno dei social network è un processo del tutto naturale. I pagamenti digitali, soprattutto via smartphone, si stano diffondendo sempre di più – contiuna Meregalli – Apple, Samsung e Google sono da tempo al lavoro su applicazioni che permettano una transazione virtuale di denaro. Stesso discorso per Facebook che, per il momento solo negli Stati Uniti, sta testando l’invio di denaro tramite Messenger.

Guardando invece al nostro paese com’è la situazione ? In Italia i pagamenti digitali stanno crescendo del 20% ogni anno, secondo il Politecnico di Milano, un valore inferiore rispetto al resto dell’Europa. La strata è ancora lunga, ci sono ancora tante cose da sistemare prima di vedere utilizzato nella maggior parte dei casi il pagamento in digitale. Al di là delle tante applicazioni e possibilità che le tante aziende ci mettono a disposizione c’è da affrontare un discorso di mentalità. Sono ancora tante le persone che si rifiutano di utilizzare il pagamento in digitale per abitudine oppure per paura.

L’ostacolo grosso che si troveranno davanti le aziende come Apple, Samsung o Google è proprio qui. Cambiare la mentalità, le abitudini delle persone. Ci vorrà tempo, ci vorrà pazienza ma magari con un po’ di informazione fatta nel modo giusto, spiegando a chi è scettico di queste nuove modalità di pagamento che è meglio, veloce e sicuro. Le speranze di Meregalli nel parlare della novità PayPal.me sono molte. Speriamo – dichiara – di riuscire a rompere questo tabù dei soldi, un punto spinoso per tantissime persone. L’arrivo di questo nuovo servizio potrà essere la carta in più da giocare per ottenere nuovi utenti?

Google+ Comments