Facebook un brevetto per identificare la nostra fotocamera

Facebook un brevetto per identificare la nostra fotocamera

Facebook, in una nuova richiesta di brevetto avvenuta nel mese di gennaio, si appresta ad aprire una nuova pagina nel suo sistema di social networking. Secondo quanto raccontato dai tanti siti web, il social numero uno al mondo sfrutterà, per ottenere maggiori informazioni, la fotocamera dei nostri smartphone, andando a capire da chi è stata scattata anche se pubblicata da un altro utente.

Prospettiva inquietante non pensate? Facebook nello spiegare la nuova sfida non la presenta come una funzione invadente per la nostra privacy ma come un soluzione utile per metterci a disposizione un servizio migliore che tramite l’analisi di una foto scattata con gli amici ci metterà a disposizione suggerimenti ancora più mirati e ottimizzati in funzione dei nostri gusti e delle nostre passioni. Perfetto direi, un progetto che non fa una piega ma, andando poi a vedere nel dettaglio il nuovo progetto possiano notare che le intenzioni del colosso americano sono molto chiare.

Facebook nel nuovo sistema, tramite una pubblicazione, un tag, una condivisione capirà di chi è la foto, ottimizzando i suggerimenti per ogni utente ma non solo. Ogni foto ha una specie di carta di identità al suo interno, con una serie di dati che non possono essere ne modificati ne cancellati e, grazie a questi dati il social blu potrà ottenere molte altre informazioni.

In funzione quindi del modello di fotocamera, di eventuali pixel rovinati, del sensore e addirittura della polvere presente sulla lente Facebook riuscirà ad identificare l’autore della foto e come spiegato in una dichiarazione offrigli un’adeguata serie di suggerimenti.

La notizia diciamolo è un po’ preoccupante per noi utenti, ma Facebook da parte sua non la considera tale e la presenta come un prodotto utile che va a migliorare il servizio ed eliminare gli eventuali account fake presenti in rete. Possiamo allora stare tranquilli a questo punto? Oppure è necessario capire meglio come sta andando questo mondo e quali sono i vantaggi e gli svantaggi nel pubblicare una foto?

Nell’aprire e gestire questo blog ho sempre portato avanti un’idea: mettere sempre al primo posto la nostra privacy. La scelta di non pubblicare quella foto personale o con persone imporanti è una decisione data dalla sicurezza mia e di chi è cone me nella foto, perchè in sostanza quello che è privato deve rimanere tale. Davanti a questa notizia alcune domande è giusto farsele e mi chiedo se ha senso tutto questo e se sia giusto buttare ogni cosa in rete in pasto a un sistema che sta sempre più crescendo e entrando nella nostra vita che prima ritenevamo privata.

Google+ Comments