Sarcasm Detection: sarà possibile capire se un tweet è ironico

Sarcasm Detection: sarà possibile capire se un tweet è ironico

Twitter, come altri social network, è un mondo dove vengono condivisi moltissimi micro messaggi (almeno fino ad oggi) di 140 caratteri. Spesso, tra le tante cose pubblicate, ci capita di trovare tweet con un pizzico di umorismo, che ci fanno sorridere e perchè no interagire con una retweet o una risposta simpatica. Per noi è facile riconoscere quando il tweet è stato scritto con un po’ ironia, se dovessimo chiederlo ad un computer è praticamente impossibile. Impossibile a quanto pare fino ad oggi! David Bamman e Noah A. Smith due informatici statuntitensi hanno trovato un modo per insegnare ai computer come identificare quando gli utenti hanno pubblicato un tweet con dell’ironia.

Nel documento Contextualized Sarcasm Detection on Twitter  creato dai due ricercatori viene spiegao come hanno “insegnato ai loro computer a rilevare l’ironia all’interno di un tweet in funzione di una serie di fattori e di alcune parole chiave come: clearly, shocked, gasp e anche hashtag come #lol e #sarcasm.” Oltre a questo sono state considerate anche la geolocalizzazione, l’età, il sesso e tutti i tweet pubblicati sul social. Da una prima analisi fatta sembra che gli utenti di sesso maschile statunitensi sono molto più ironici rispetto agli altri. In funzione di tutti i fatto utilizzati per analizzare il tweet, i ricercatori sono stati in grado di capire se c’era dell’ironia nell’85 per cento di quelli analizzati. L’hashtag #sarcasm è in realtà fuorviante in alcuni casi infatti il tweet pubblicato non voleva essere ironico.

Il progetto sviluppato dai due ricercatori ci dice chiaramente una cosa: un qualsiasi computer con al suo interno questo programma potrebbe essere in grado di distinguere quando un tweet ha un tono scherzoso oppure serio. I computer potranno quindi capire meglio il rapporto tra gli utenti e magari delineare per esempio una migliore strategia in ambito commerciale? L’individuazione dell’umorismo e ironia nei post di social media potrebbe davvero portare a una migliore analisi del contenuto, un controllo senza dubbio più sofisticato certo, ma che potrebbe portare a risultati più specifici per chi fa del suo lavoro l’analisi dei post per poi creare una campagna pubblicitaria mirata.

Google+ Comments