Twitter: test in corso sulla modalità notturna per Android

Twitter: test in corso sulla modalità notturna per Android

Una cosa è certa, molti pensano che la modalità notturna sia una funzione che devono assolutamente avere. Quale sia il motivo di questa voglia di avere questa funzione a tutti costi non è possibile saperlo, ma è così, non ci sono particolari motivazioni. Guardando in rete sono molte le aziende che stanno inserendo la modalità notturna nel loro OS e nelle applicazioni, una tendenza che si sta piano piano diffondendo. Un esempio tra queste aziende è Google Maps in versione modalità notturna.

Ma davvero vogliamo questa modalità oppure è soltanto una scelta dei tanti colossi del web per lanciare una nuova funzione che ai fini pratici da pochi vantaggi? Per anni, si sono susseguiti molti annunci e molte smentite a riguardo fino ad oggi dove questa modalità è presente su vari servizi. A questo punto, senza voler essere ripetitivo, la modalità notte ci serve davvero? La stessa Apple ha aggiunto nell’ultima release del suo sistema operativo la modalità notturna, una sorpresa forse? Oppure no?

Una di queste società, l’ultima nell’ordine di tempo ad inserire la modifica è Twitter che, visti gli screenshot condivisi in rete, inserirà presto la modalità notturna. La notizia di questo prossimo aggiornamento arriva tramite Taylor Wimberly, un dipendente Huawei, che ha notato il cambiamento installando la versione alpha dell’applicazione di Twitter. Osservando l’immagine non ci sono particolari annotazioni da fare, sembra la classica prova grafica che Twitter rilascia per alcuni suoi tester. Non sappiano se il social rilascerà questa modifica, potrebbe trattarsi solo dell’ennesimo test che non andrà in porto, ma se la tendenza della modalità notturna inizierà a diffondersi le probabilità che Twitter inserirà la funzione cresceranno. La modalità notturna a conti fatti, come dice la parola stessa porta ad utilizzare il dispositivo anche in assenza di luce dando all’utente una visibilità migliore e, visto il diverso utilizzo del display, anche un risparmio di energia.


Google+ Comments