Facebook

Sondaggio: Facebook è il più utilizzato dai maggiorenni

Sondaggio: Facebook è il più utilizzato dai maggiorenni

Come sono suddivise le fasce d’età nell’utilizzo dei social network? Da chi viene maggormente utilizzato? Recenti studi su Facebook dicono che sta perdendo utenti specialemente tra gli adolescenti mentre per quanto riguarda la fascia d’età che va tra i 18 e 29 anni è molto attiva sul social numero uno al mondo.

A confermare tutto questo una ricerca dell’università di Harvard, che ha intervistato oltre 3.000 persone maggiorenni, per effetturare un ricerca in campo politico, ha scoperto che la fascia tra 18-29 anni è molto attiva sui social.  Durante il sondaggio, ai partecipanti è stato chiesto quali piattaforme di social media utilizzavano, sorprendentemente, il sondaggio ha rivelato che la maggioranza degli intervistati utilizza Facebook, meno della metà utilizza altri social network come Twitter, Tumblr e Instagram. Il grafico seguente, creato da portale statistica on line Statista, illustra la percentuale di utilizzo per social in funzione di quanto è stato riscontrato dal sondaggio. Osservandolo possiamo vedere un importante 84% di Facebook che distacca di molto Google+ e tutti gli altri.

2014_05_06_Reach-1

 

Fonte | mashable

Facebook posso modificare il mio Look Back?

Facebook posso modificare il mio Look Back?

Se sei un utente di Facebook, probabilmente avrai creato il tuo Look Back, il video che raccoglie i momenti principali da quando ti sei iscritto. Il video, come tutti sappiamo, è stato lanciato per il decimo anniversario del social network e come era logico pensare si è subito dimostrato molto popolare tra gli utenti di Facebook e tutti vogliono condividerlo in rete.

Tuttavia, manca una funzione importante a questo video: la modifica. Se andiamo però a controllare la pagina di aiuto per il Look Back possiamo vedere che si parla di una funzione di modifica che spiega di cliccare in un determinato punto per poter modificare il filmato, di utilizzare i segni di spunta sulle foto per farli apparire nel filmato. Questo è quello che dice la pagina di aiuto peccato che il pulsante modifica non esiste!

Secondo TechCrunch  il pulsante è in arrivo presto. Inseriremo presto la funzione modifica, ha  dichiarato un rappresentante di Facebook TechCrunch – che permetterà alle persone di cambiare i momenti nei loro film e di aggiornare quelli che condividevano in futuro. ma non abbiamo ancora definito quando la funzione sarà attivata. Quindi, se siete scontenti del vostro Look Back, non dovrete aspettare ancora molto. Sarà interessante vedere come Facebook  sfutterrà questa nuova funzionalità, vista la reazione molto positiva, potrebbe trasformarsi in un nuovo servizio a tutti gli effetti.

Fonte | mashable
Facebook video: 201,6 miliardi di connessioni

Facebook video: 201,6 miliardi di connessioni

Facebook pubblica un altro video in occasione del suo 10° compleanno dove vuole evidenziare l’enorme rete di amici che si è creata dal 2004 a oggi, dove 201,6 miliardi di persone si sono collegate tra loro. Nel realizzare il video la società ha voluto collegar tutti gli utenti con una linea blu luminosa, la quantità più o meno alta di linee fa vedere le zone dove Facebook si è diffuso di più rispetto ad altre.

Ecco il video davvero brevissimo, il tutto è visibile in solo 10 secondi:

Gli utenti Facebook potrebbero superare la popolazione cinese nel 2015

Gli utenti Facebook potrebbero superare la popolazione cinese nel 2015

La crescita degli utenti su Facebook sembra non fermarsi più, tutti dicevano che prima o poi avrebbe avuto uno stop oppure una diminuzione di utenti, ma visti gli ultimi dati molti si devono ricredere. Sicuramente condividendo in rete una notiza del genere creavano interesse, non c’è dubbio, ma se guardiamo gli ultimi dati condivisi il social più grande del mondo sembra non fermarsi più.

Se gli utenti di Facebook continueranno a crescere al ritmo attuale, potrebbero superare il numero di abitanti della Cina, il paese più popoloso del mondo, entro il 2015. Il grafico riportato sotto aiuta ad capire meglio la crescita impressionante del social network analizzando i dati della Q4 pubblicata martedì. Ancora più impressionante pensare che questi dati non comprendono gli utenti di Facebook inattivi o che accedono raramente, sono compresi solo gli utenti che accedono almeno una volta al mese.

La Cina ha recentemente revocato il divieto di Facebook in Shanghai, questo che significa che solo le persone all’interno della zona di 17 miglia quadrate possono accedere alla rete sociale. L’Asia è il continente con il maggior numero di utenti di Facebook  368 milioni per la precisione rispetto a Stati Uniti e Canada che ne hanno 201 milioni. Il grafico qui sotto, realizzato da Statista, paragona numero di utenti e la crescita di Facebook per le popolazioni di Cina e India, dimostrando che Facebook è il social network ideale per la comunicazione globale.

2014_01_30_Facebook

Fonte | mashable

Paper: arriva l’aggregatore di notizie di Facebook

Paper: arriva l’aggregatore di notizie di Facebook

L’annuncio doveva arrivare entro fine mese e Facebook non si è fatta attendere comunicando ufficialmente l’arrivo di Paper. La tanto attesa applicazione per la lettura delle notizie made in Menlo Park che permetterà agli utenti di trasformare la propria TimeLine in un elenco di notizie. Il nuovo servizio Facebook ricorda molto Flipboard come sistema di aggregazione e disposizione delle notizie, Paper consisterà inoltre di unire news e aggiornamenti di stato degli utenti in arrivo dal Social Network, ma consentirà principalmente all’utente di leggere le notizie più importanti.

Paper attualmente è disponibile solo sull’App Store USA e solo su iOS, solo dal 3 febbraio sarà disponibile in Italia.

Fonte | mashable

10 termini di Facebook che hanno cambiato la lingua inglese

10 termini di Facebook che hanno cambiato la lingua inglese

Il 10° anniversario di Facebook  si avvicina e molti discorsi e riflessioni si possono fare su come il primo social network al mondo ha cambiato il nostro modo di vivere. Tuttavia, un aspetto che molti non considerano è l’effetto sul vocabolario inglese. Non c’è dubbio che le nuove reti sociali hanno introdotto parole e frasi in lingua che possiamo definire volgare

Facebook ha attualmente 1.190.000.000 di utenti i cui termini hanno attraversato il confine digitale e sono entrati nella vita di ogni giorno. Non siamo ancora sicuri se l’ingresso di questi termini sono una cosa positiva o negativa per il nostro parlare quotidiano.

Ecco le 10 parole create da Facebook che in alcuni casi sono nate apposta per il social oppure in altri casi hanno preso un altro significato:

  1. Facebook Official – Condividere la propria situazione sentientale.
  2. Friend – Aggiungere un altro utente di Facebook come un amico, fare un’amicizia digitale.
  3. Like – Per mostrare il proprio apprezzamento con il simbolo del pollice in su.
  4. Poke – Per avvisare un altro utente la propria presenza inviando una notifica.
  5. Pro Pic – La foto che rappresenta l’utente sul tuo profilo pubblico.
  6. Stalk – Per guardare controllare in profondità un altro utente leggendo messaggi e foto, a prescindere che lo si conosca oppure no.
  7. Tag – Per aggiungere un link al profilo di un utente attraverso una foto, lo stato oppure un commento.
  8. Unfriend – Per rimuovere qualcuno dal proprio elenco di amici.
  9. Unlike – Per cambiare idea di un post dove precedentemente era stato messo mi piace .
  10. Wall – La visualizzazione pubblica del profilo utente, dove appaiono: post, messaggi e altro ancora.

Queste sono 10 delle parole nate con Facebook, ne conoscete altre? Condividete nei commenti!

Fonte | mashable

Facebook News Reader in arrivo?

Facebook News Reader in arrivo?

Facebook è vicino a svelare uno nuovo prodotto nella sua vasta gamma di servizi: il tanto atteso sistema di lettura delle notizie. Secondo le ultime news che girano in rete il prodotto è pronto per il lancio e potrebbe essere pubblicato entro la fine di queso mese secondo il sito re/code.

Il servizio nuovo servizio Facebook si chiamera Paper e funzionerà in maniera molto simile a Flipboard, un aggregatore di notizie che raggruppa tutti aggiornamenti social accanto alle notizie che sono di interesse per l’utente integrando inoltre i messaggi di privati Facebook. Non è ancora chiaro se Paper esisterà come applicazione indipendente o all’interno della app Facebook, un portavoce di Facebook ha rifiutato di offrire maggiori dettagli dichiarando di non voler commentare voci e speculazioni.

Attendiamo quindi novità da Menlo Park in merito a questo nuovo servizio, l’ennesimo potremmo dire e non molto originale vista la possibile somiglianza con Flipboard. Paper riuscirà a conquistare utenti tra gli aggregatori di notizie? Il mercato non è troppo saturo per ottenere buoni risultati?

Fonte | mashable

5 punti per rendere più coinvolgente la tua pagina Facebook

5 punti per rendere più coinvolgente la tua pagina Facebook

Rendere interessante la propria pagina Facebook non é così semplice a volte e alcuni consigli e qualche piccolo trucco potrebbe tornarci utili a volte. Facendo una breve ricerca in rete abbiamo trovato una serie di suggerienti di Buffer che ci possono aiutare a realizzare un post interessante per aumentare il coinvolgimento in rete e perchè no faccia aumentare il numero di mi piace.

  1. Foto – La presenza di foto sul post é molto importante per aumentare l’interesse dell’utente. Secondo una statistica di Kissmetrics la presenza di una foto aumenta del 53% i mi piace e del 104% i commenti. L’utilizzo di foto poi invoglia a cliccare sul link rispetto a un post di viene visualizzato solo testo.
  2. Post corti – Fare post corti su Twitter é praticamente obbligatorio perchè non possiamo superare i 140 caratteri, ma anche su Facebook questo modo di scrivere sembra essere molto apprezzato. Un post di massimo 250 caratteri ci permette di ottenere un coinvolgimento maggiore, che può arrivare al 60%. Essere chiari, rapidi e coincisi è quindi molto importante e probabilmente farà aumentare i mi piace.
  3. Emoticons 😉 – Se pensate che le emoticons siano cose da teenagers e non pensate siano adatte a voi, vi state sbaliando. Le faccine, contrariamente al pensiero comune creano attenzione portando il oltre il 30% in più di commenti e condivisioni e quasi il 60% in più dei mi piace.
  4. Giovedì e Venerdì – Se pubblicate un post il giovedì e il venerdì ha sicuramente più probabilità di essere letto. Questo è dovuto all’effetto week-end in arrivo perchè meno le persone vogliono pensare al lavoro, più tempo passano sui social e sono più disponibili a leggere un post.
  5. Domande – Se si vogliono ottenere molti commenti la strada migliore è quella di utilizzare le domande perchè fanno aumentare il livello di coinvolgimento e invogliano il lettore a rispondere esprimendo la sua opinione. Quindi per procurarsi commenti il trucco è chiudere un post con una domanda. Ma bisogna però considerare un fattore. Una ricerca di HubSpot mettee in evidenza che il numero di commenti aumenta grazie alle domande ma fa diminuire il numero di “mi piace” e di condivisioni.