Google+

Google ci ripensa e separa Google+ dal suo account

Google ci ripensa e separa Google+ dal suo account

Google, in un post pubblicato sul suo blog, aunnuncia importanti cambiamenti nella gestione dei suoi profili e in particolare di Google+. Il colosso americano, nello spiegare le novità che presto arriveranno, parla di un vero e proprio ripensamento spiega che decisioni prese in passato oggi vanno riviste in funzione delle esigenze e degli utenti che nel tempo possono cambiare. Il primo cambiamento riguarda Google+, che BigG descrive come un luogo dove le persone condividono i loro interessi comuni, dove le persone trovano le ispirazioni. In funzione di questo Google vuole dare di più ai suoi utenti e spiega che sono state aggiunte nuove caratteristiche come Google+ Collezioni dove è possibile raccogliere sotto varie i propri interessi e condividerli in rete e la nuova gestione delle foto dove presto sarà possibile indicare la posizione.

Il punto più importante del post sul blog Google riguarda la divisione di Google dal profilo Google+. La società spiega che l’unione sotto un unico account di tutti i servizi Google è stato molto apprezzato dagli utenti perchè molto comodo, ma attualmente non ha più senso che il profilo Google+ sia la carta di identità per gli altri prodotti Google utilizzati. Google+ camminerà quindi con le sue gambe e i nuovi utenti non saranno più costretti ad avere un profilo social nel iscrizione a BigG, le due cose saranno da oggi separate.

Nei prossimi mesi Google procederà con la divisione, tutti i servizi rimarranno invariati solo non più legati a G+. YouTube spiega Google nel post sarà il primo ad essere separato, successivamente toccherà a tutti gli altri. A modifica completata il nostro account Google non sarà quindi ricercabile a differenza di un profilo Google+. I tempi di realizzazione, leggiamo nel post, sono quantificati in alcuni mesi, non resta che aspettare il cambiamento o meglio la divisione del mondo G+ da Google. A questo punto è logico anche chiedersi: quanti, completata questa modifica, si cancelleranno dal social? Quanti erano i finti utenti presenti su Google+? BigG terminata la modifica potrà sicuramente saperlo ma sarà una bella o una brutta sorpresa? Non resta che aspettare.

10 ottimi motivi per utilizzare Google Plus

10 ottimi motivi per utilizzare Google Plus

Google Plus, un oggetto misteriso per molti, l’anti facebook per altri. Ma cos’è davvero questo servizio sviluppato dal motore di ricerca numero uno al mondo? Cerchiamo di capirlo insieme. Prima tutto è importante capire che Google Plus non è un social network possiamo definirlo un social layer per la sua struttura integrata completamente nell’ecosistema Google. Altro punto da chiarire riguarda Facebook, non è la sua alternativa, il social blu connette le persone, Google Plus lavora anche sui contenuti non solo sugli utenti.

Il social che anni fa davano per spacciato già alla sua uscita mette a disposizione degli utenti interessanti servizi e possibilità, un servizio completo che solo Google Plus può fare. Il confronto con Facebook non regge da diversi punti di vista, certo anche il social numero uno al mondo si sta completando con l’aggiunta di tanti servizi ma il layer messo a disposizione da Google Plus è unico.

Ma la domanda a questo punto è: perchè devo scegliere Google Plus, quali sono i motivi che potrebbero farmi cambiare idea? Proviamo a vederli insieme

  1. La personalizzazzazione dei contenuti come formattare il testo in grassetto e corsivo come un vero e proprio articolo da blog.
  2. Caricare una foto ad alta risoluzione, Facebook non permette di farlo, perchè riduce in automati la foto del 60/70%, redendendole magari di pessima qualità. Oltre a questo Google plus mette a disposizione una serie di strumenti per modificarle e quindi migliorarle. In più è possibile sapere le visualizzazioni di singola foto.
  3. I post pubblicati su Google Plus sono visibili nella SERP di Google e quindi più visibili in fase di ricerca.
  4. i contatti possono essere suddivisi in cerchie, delle liste dove sarà possibile suddividere le persone secondo una categoria. Alle cerchie sarà poi possibile, vista l’integrazione con GMail, inviare direttamente una newsletter.
  5. La grande differenza rispetto a tutti gli altri social è la possibilità di usufruire di una serie di servizi collegati tra loro come drive, calendar, youtube, da qui la denominazione di Social Layer
  6. Grazie a Google My Businnes è possibile creare delle pagine collegate con Google Analytics e Google adWords per delle campagne pubblicitarie.
  7. Seguire i temi trend come su Twitter, con la possibilità di sapere l’argomento più chiaccherato.
  8. Gestione avanzata dei post con la possibilità di disattivare i commenti e le condivisioni, effettuare l’analisi del post oltre comunque alle funzioni per modificare, eliminare e inserire gli hashtag.
  9. Sfruttare il widget del social come badge per il profilo sul tuo blog.
  10. Utilizzare il comment form nei post sul blog così da poter tener sotto controllo commenti e condivisioni

Conclusioni
I 10 punti che ho voluto elencarvi sono alcune delle cose che Google Plus ci mette a disposizione. Il social del motore di ricerca numero al mondo ci mette davvero a disposizione una serie di servizi che altri servizi non hanno, un servizio completo con vantaggio che portano a definirlo Social Layer e non più Social Network, un serie di servizi integrati nell’ecosistema di Google. Tu cosa ne pensi? Lo stai utilizzando oppure è ancora un oggetto misterioso?

Google+: ecco le visualizzazioni sulla pagina utente

Google+: ecco le visualizzazioni sulla pagina utente

Nel mese di marzo, molti parlavano dei tanti esperimenti che riguardavano Twitter e la possibilità di introdurre le visualizzazioni ai singoli tweet, i vari test effettuati non hanno portato e niente e la funzione è rimasta, per ora, solo un esperimento non sappiamo ancora se vedremo. In queste ore però, un altro social ha attivato questa funzione, stiamo parlando di Google+che ha appena inserito questo tipo di visualizzazione molto simile all’idea del servizio di microblog.

profilo googleplus
Il conteggio dei follower avrà quindi di fianco il totale di visualizzazioni dell’account. Alcuni profili sono già stati aggiornati e il numero di visualizzazioni è gia disponibile come nell’immagine qua sopra. Per alcuni profili invece, potrebbe essere necessario entrare nelle impostazioni del profilo e attivare questo tipo di visualizzazione. Se non si vuole condividere questo tipo di informazione è possibile disattivare questa nuova funzionalità deselezionando la casella.

Ecco come intervenire per abilitare o disabilitare la funzione di visualizzazione del profilo Google+:

googleplus_1

googleplus_2

Fonte | engadget

Google+: il social di BigG

Google+: il social di BigG

Google+ è il social network voluto dal colosso di Mountain View che dopo test iniziali sulla sua funzionalità sta sempre più guadagnando utenti negli ultimi anni, ci vorrà ancora del tempo prima che il social targato BigG impensierisca Facebook ma i suoi progressi si stanno facendo sentire. Google+ mette a disposizione un servizio completo in tutte le sue parti affermandosi come il secondo social network presente sul panorama mondiale.