Twitter

L’utilizzo di Twitter dipende dallo stato d’animo?

L’utilizzo di Twitter dipende dallo stato d’animo?

Come utilizziamo Twitter quando siamo felici, quando siamo tristi oppure in ritardo per andare al lavoro? Twitter ha pubblicato proprio in questi giorni alcuni grafici che ci fanno vedere come sfruttiamo il servizio di microblog in funzione dello stato d’animo.

Il social ha voluto pubblicare quattro stati d’animo e relativi grafici mettendo in evidenza con una scala di colori quando si è felici, quando si è tristi, quando si hanno postumi di una sbronza (uno stato d’animo particoalre dobbiamo dire) e in ritardo al lavoro. I dati sono stati rappresentati in funzione del mese e del giorno della settimana facendo riferimento ai tweet in lingua inglese dal 2013.

Alcuni dei risultati erano ovviamente prevedibili come nel caso dei tweet che vengono inviati quando si è in ritardo per andare al lavoro dove incide il giorno della settimana. Interessante notare i tweet tristi che sono maggiori nel mese di dicembre, forse per colpa del clima cupo o per essere lontano dalla famiglia per le vacanze. Ci sono altri fattori che possono influenzare i tweet come il martedì nel mese di dicembre è un giorno in cui sentono felici, non a caso infatti la vigilia di Natale e Capodanno erano entrambi un martedi di dicembre nel 2013.

Ecco i grafici Twitter:

Twitter-Feel-Happy

Twitter-Feel-Sad
Twitter-HUngover Twitter-Late-for-WorkFonte | mashable

I 5 Tweet più retweettati di sempre

I 5 Tweet più retweettati di sempre

Durante la notte degli oscar i social network sono stati protagonisti nel commentare live l’evento condividendo e commentando tutto quello che succedeva in diretta. Durante la serata, da ricordare il film italiano premiato La grande Bellezza c’è stato un altro avvenimento inaspettato: è stato realizzato un nuovo record per Twitter. Ellen DeGeneres ha infatti condiviso il tweet più retwittato di sempre superando quello di Barack Obama del 7 Novembre 2012 condiviso dopo la sua rielezione.

In questa breve classifica abbiamo voluto riportare i 5 Tweet più retwittati di sempre con avvenimenti sia molto positivi come per Obama che molto negativi come per la morte di Paul Walker:

1. Il tweet di Ellen DeGeneres con l’autoscatto delle star è stato il tweet più ritwittato della storia, con 3.143.027 retweet.

 

2. Rielezione Barack Obama con la frase: Four more years

 

3. Quasi 400.000 retweet per il messaggio di Lea Michele protagonista di Glee, dopo la morte del suo fidanzato, Cory Monteith,

 

4. Il tweet di Justin Bieber dopo il recente arresto dove ringrazia i ‘Beliebers’ per il supporto anche in questa occasione

 

5. Con circa 390.000 retweet, il quinto tweet di sempre è un’altra morte: quella di Paul Walker, l’attore scomparso in un tragico incidente lo scorso dicembre

Come sfruttare 10 minuti al giorno su Twitter

Come sfruttare 10 minuti al giorno su Twitter

Tantissime persone a cui viene richiesto di utilizzare sul posto di lavoro i social network la maggior parte delle volte rispondono di non avere tempo. Ma utilizzando gli metodi e strumenti giusti certi canali social non richiedono un impegno enorme specialmente se stiamo parlando di Twitter. L’utilizzo del servizio di microblog rispetto a Facebook che continua a cambiare il suo algoritmo in funzione di Mi Piace e condivisioni, potrebbe essere la scelta giusta soprattutto per le piccole imprese.

L’ottimizzazione del tempo sul social passa da due mosse principali: l’utilizzo di un sistema di management dashboard e delle liste Twitter. Impostata questa configurazione, l’utilizzo quotidiano di Twitter si ridurrà a circa 10 minuti, davvero pochissimo tempo. Ecco alcuni punti principali da seguire utilizzando HootSuite un di questi servizi di gestione del profilo.

1. Imposta il tuo account Hootsuite
HootSuite
è una social media dashboard gratuita, va considerato che ci sono altri disponibili, ma questo è davvero interessante. Una volta collegato il tuo account Twitter per Hootsuite, è possibile aggiungere i flussi, le reti social e le schede. Aggiunti questi flussi si possono avere i tweets pianificati, i tweet inviati, le menzioni, i messaggi diretti e ovviamente tweet e retweet. Basta semplicemente cliccare su Aggiungi Stream e seguire le istruzioni. Un ottima organizzazione su più colonne permette un controllo completo del profilo e ovviamente più rapido. Per utilizzare questo servizio gratuito cliccate sull’immagine qua sotto.

hootsuite

2. Creare le liste su Twitter.
Entrati sul vostro account sul sito di Twitter cliccate su impostazioni in alto a destra sul simbolo ad ingranaggio. Fare clic su Liste e poi Crea lista. Da questo punto sarà possibile gestire elenchi pubblici e privati ​di vari account organizzati secondo il tipo di contenuto che si desidera visualizzare, dividendoli per esempio per argomento, utente, hashtag, ecc..

3. Aggiungere le liste su HootSuite
Create le nuove liste tornate su HootSuite per creare una nuova scheda sulla dasboard facendo clic su Aggiungi Stream e poi su Liste. Una volta inserita potrete seguire in maniera rapida e immediata tutti i contatti che ritenete importanti, senza dover andare a cercarli nella timeline di Twitter. Potrebbe essere utile creare un paio di nuove schede per organizzare meglio le varie liste divise magari per argomento.

stream

4. Aggiungere una lista #hashtag
Creare una nuova scheda chiamata “hashtag” e creare delle liste con almeno quattro hashtags importanti che segui. Per individuare meglio quali sono i più importanti  potrebbe essere utile Tweetups. Se sei uno scrittore per esempio l’ hashtag da seguire è #amwriting, se sei un blogger di moda #stylechat. In questo modo sarà possibile tener d’occhio immediatamente quello che succede on-line e quanto e come viene utilizzato quel determinato hashtag.

5. Come organizzare i 10 minuti di utilizzo

  1. Accedere a Hootsuite e controllate la prima scheda, che comprende le menzioni oppure i tweet che avete ricevuto, in funzione di quello che avete ricevuto rispondete.
  2. A questo punto controlla la scheda con le liste, verificando tutti i movimenti degli account seguiti. Nel caso ci siano tweet interessanti interagite con loro.
  3. Fatto questo controlla gli hashtag verificando come viene utilizzato e se ci sono cosa interessanti da utilizzare.

C’è qualcosa di interessante sta succedendo nel vostro settore? Utilizzateli come spunto per scrivere un paio di nuovi tweet. Utilizzare la funzione di Hootsuite di  pianificazione per ottimizzare i tuoi messaggi pubblicandoli al momento giusto per ottenere maggiore visibilità. Se avete ancora tempo analizzate meglio tutti gli elenchi.

Imparando bene questa routine e questi passaggi il tempo impiegato sarà sempre meglio ottimizzato ottenendo sempre risultati migliori. Se poi dopo un po’ di pratica si riusciranno a sfruttare meglio gli hashtags rilevanti realizzando tweet con contenuti interessanti ottenendo magari una serie di tweet e retweet la resa sarà ancora maggiore, tutto questo in soli 10 minuti al giorno, davvero pochissimo tempo.

Fonte | mashable

Come utilizzi i social? Rete fissa o mobile?

Come utilizzi i social? Rete fissa o mobile?

Non c’è dubbio che il mobile è un enorme spazio per i social media. Negli ultimi anni, l’utilizzo di Internet ha subito un forte camviamento passando da una visualizzazione per così dire casaligna ad un utilizzo su smartphone e tablet, obbligando la rete sociale ad adeguarsi alla richiesta sempre più forte.

Twitter e Facebook hanno creato per gli utenti applicazioni sempre più intuitive sia su rete fissa che su rete mobile. Ma come si  comporta l’utente social? Come lo utilizza e soprattutto dove lo utilizza? Secondo il nuovo Rapporto di Nielsen US Digital Consumer, l’85% di utilizzo di Twitter avviene sui dispositivi mobili, contro il 57% di Facebook. Questo dimostra che è ancora più importante per Twitter offrire all’utente un servizio mobile davvero completo.

In un grafico realizzato da Statista, possiamo vedere come come gli utenti utilizzano i due siti di social media, e per quanto tempo. Gli utenti di Facebook, trascorrono più tempo sulla rete fissa rispetto al social, Twitter invece è molto più presente sulla rete mobile.

Fonte | mashable

20140211Mobile_01

Sochi 2014: traduttore di tweet in 75 lingue

Sochi 2014: traduttore di tweet in 75 lingue

Gli utenti di  Twitter in questi giorni, in occasione delle Olimpiadi invernali a Sochi 2014, hanno twittato, commentato tutto quello che è successo in Russia in molte lingue diverse. Davanti a questa grande diversità di lingue il problema che si è verificato è stato proprio quello di capire cosa dicevano certi utenti e allo stesso tempo di farsi capire. Per risolvere questo problema una società che si occupa di traduzioni con sede in Israele ha voluto creare un servizio interno a Twitter in aiuto a tutti gli utenti.

One Hour Traslation, questo il nome dell’account presente su Twitter vi permetterà di tradurre gratuitamente il vostro tweet in 75 lingue. Il funzionamento è molto semplice, basterà semplicemente inviare il tweet all’account @OHT della società israeliana la frase da traudurre e indicare la lingua in cui deve essere tradotta. Gli utenti riceveranno in pochi istanti la traduzione nella ligua desiderato.

One Hour Translation ha attirato l’attenzione di molti investitori in Israele ricevendo 10 milioni dollari in finanziamenti nel mese di gennaio cosi da poter creare una rete di più di 15.000 traduttori certificati, anche se tra questi, pochi sono dipendenti a tempo pieno.

Ecco un esempio di traduzione richiesto dal sito Mashable:

 

 

Fonte | mashable

Twitter: il live tweet del Super Bowl

Twitter: il live tweet del Super Bowl

Twitter condividendo questo nuovo video vuole mettere in evidenza quali sono stati i momenti più interessanti durante l’ultimo Super Bowl. Come potrete vedere nel video, nei momenti più importanti e più avvincenti del mega evento americano Twitter prende più vita e le comunicazioni aumentano.

Grazie all’aumento della luminosità in certi punti possiamo vedere quando gli americani hanno sfruttato di più il live tweet. Momento luminoso, momento con una condivisione più alta. Davvero interessante e curioso! Buona visione.

Twitter sta rallentando la sua crescita? Ecco i dati

Twitter sta rallentando la sua crescita? Ecco i dati

Twitter, oltre ad aver condiviso i risultati finanziari per l’anno appena trascorso ha condiviso una serie di informazioni sulla crescita degli utenti e della pubblicità su dispositivi mobile. La società ha inoltre rivelato che ha generato 242,7 milioni dollari di ricavi, di cui 220 milioni dollari,  dalla pubblicità i tre quarti di questi provenivano dal mobile. Ecco i numeri:

  • Utenti attivi medi mensili (MAUs) erano 241 milioni il 31 dicembre 2013, con un incremento del 30%.
  • Uteni attivi su cellulare hanno raggiunto 184 milioni nel quarto trimestre del 2013 con un incremento del 37%, e rappresentano il 76% degli utenti totali.
  • Le FAQ hanno raggiunto 148 miliardi nel quarto trimestre del 2013, un incremento del 26%.
  • I ricavi pubblicitari ammontano a 220 milioni dollari , con un incremento del 121%.
  • Gli incassi dalla pubblicità mobile sono stati superiori al 75% del fatturato totale .
  • Licensing dei dati e altre entrate pari a 23 milioni dollari, con un incremento del 80%.

Analizzando questi dati Twitter possiamo dire che vediamo risultati positivi non ‘è dubbio ma se osserviamo il tweet di analisi condiviso da TwitterIR possiamo vedere che il social sta rallentando e non sta portando a casa i risultati sperati. Come nel caso di Facebook, Twitter ha dimostrato di poter fare soldi dalla rete cellulare, ma la sua crescita di utenti ha iniziato a rallentare.

La differenza fondamentale è che Facebook fa molti più soldi e i suoi utenti continuano a crescere, nel caso di Twitter purtroppo non è così, i soldi ci sono ma non gli utenti visti questi dati e per il social c’è ancora una lunga strada da percorrere. Gli investitori vogliono vedere potenziale a lungo termine e se l’azienda non troverà un modo per fermare il rallentamento della sua crescita dell’utente, arriverà per l’azienda un momento molto difficile. Cosa ci sarà nel futuro di Twitter? Riuscirà a far ripartire la sua enorme macchina?

Fonte | thenextweb

10 hashtag per i tuoi tweet

10 hashtag per i tuoi tweet

Twitter, uno dei tre social più utilizzati al mondo ha una caratteristica che lo distingue da tutti gli altri: i messaggi da 140 caratteri. Il contenuto di questi particolari SMS, visto il numero di caratteri possiamo definirli così, è composto da una frase ovviamente entro il limite dei caratteri e uno o più hashtag e in certi casi da un link. In questo post abbiamo voluto raccoglienrne 10 che vengono spesso utilizzati nei tweet di molti utenti e che possono essere utili per entrare nel trend di un determinato argomento.

Certo, gli hashtag su Twitter sono in continua evoluzione e ogni giorno ne nascono di nuovi in funzione dei diversi avvenimenti in tutto il mondo. Guardando questo breve elenco possiamo dire che questi rispetto a molti altri passano meno di moda.

1. #FF – FollowFriday – Conosciuto in rete come hashtag del venerdi viente utilizzato come consiglio di seguire qualcuno. Ma perchè proprio il venerdì? Le logiche di marketing dicono che è il giorno più vicino al week-end e le persone vedendo la conclusione della settimana sono più attive e positive nel twittare.

2. #TBT – ThrowBackThursday – Poco conosciuto in italia, facendo una rapida ricerca non se ne trovano molti. Questo tipo di hashtag è utilizzato per diffondere in rete i propri ricordi (Throwback) il giovedì (Thursday) condividento foto di quando erano bambini, di vacanze.

3. #LOLLaughingOutLoud oppure LotsOfLaughs – Viene utilizzato per condividere un tweet divertente e farsi una risata come dice lo stesso hashtag

4. #YOLOYouOnlyLiveOnce – Il significato di questo hashtag è letteralmete si vive soltanto una volta viene utilizzato da chi vive situazioni al limite sia se traa di una situazione seria o no.

5. #FBF  – Flashbackfriday –  Questo hashtag viene utilizzato se si vuore twittare una foto realizzata alcuni fa di venerdi. Potrebbe considerato come una via di mezzo tra #FF che di #TBT un tweet del venerdi per le foto.

6. #DMDirect Message – Per inviare una messaggio diretto

7. #MTModified Message – Quando ritwittiamo un tweet potremmo avere la necessità di modificarlo. Questo hashtag può essere utilizzato per avvisare che il messaggio ha subito delle modifiche rispetto all’originale.

8. #NEWS News – Un hashtag che non ha bisogno di spiegazioni perchè ha un utilizzo ben preciso: condividere una news.

9. #RTReTweet  – Un hashtag dal significato molto semplice perchè viene utilizzato all’interno del tweet per chiedere ai propri follower di ritwittare quello che avete scritto. Una variante di utilizzo di questo hashtag può essere quello di utlizzarlo nel tweet per suggerire all’utente seguimi che io ti seguo.

10. #FBFacebook – Un altro hashtag di facile spiegazione e anche di utilizzo. #FB viente utilizzato infatti quando si vuole condividere il tweet su Facebook in automatico. In questo caso va spiegato però che esistono delle app interne a Twitter e a Facebook che permettono di postare in automatico senza dover inserire questo hashtag.

Avete altri hashtag che considerate importanti nel vostro utilizzo di Twitter? Scriveterli nei commenti cosi potremo allungare questo piccolo elenco.

Twitter: la comunicazione in 140 caratteri

Twitter: la comunicazione in 140 caratteri

Twitter il primo servizio di microblog al mondo ha una caratteristica principale che lo distingue da tutti. I suoi famosi 140 caratteri, numero che ci riporta al vecchio SMS. Nato con l’intenzione di creare una rete di comunicazione immediata e molto semplice oggi Twitter è molto presente nel mondo delle news e negli ultimi mesi nella televisione diventando, con i suoi tweet, forse il social network più immediato tra i tanti presenti nel panorama mondiale.