Apple iOS

Vuoi bloccare la pubblicità su iPhone e iPad? Ecco 6 interessanti adblocker

Vuoi bloccare la pubblicità su iPhone e iPad? Ecco 6 interessanti adblocker

Apple, con l’arrivo di iOS 9, ha messo a disposizione dei suoi utenti la possibilità di installare sui suoi dispositivi applicazioni per il blocco della pubblicità e di contenuti Web specifici, come per esempio i codici per la profilazione dell’utente. Su App Store sono molte le app, più o meno efficaci, che permettono questo tipo di blocco. Installarle è molto facile e, nel caso in cui si voglia vedere la pagina completa è sempre possibile ricaricarla con tutte le pubblicità. Utilizzando queste applicazioni i risultati saranno evidenti fin da subito, il caricamento delle pagine sarà infatti velocissimo e il consumo di dati e di batteria saranno sensibilmente ridotti. anche rispetto alla stessa visualizzaizone su rete fissa che deve fare comunque fare i contti con una certa quantità di dati pubblicitari che devono essere per forza scaricati per permettere la visualizzazione della pagina.

L’installazione di queste app è molto semplice, una volta scaricata e installata infatti basterà entrare nel Impostazioni, Safari e Blocchi dei contenuti. Nella pagina è poi possibile attivare più di una contemporaneamente e in alcuni casi, in funzione dell’applicazione installata, disporre di un pannello di controllo dove scegliere quali contenuti da bloccare, una white list insomma dove poter inserire i siti dei quali vogliamo continuare a vedere le pubblicità.

Ecco di seguito una selezione di 6 adblocker per iPhone e iPad, tra i più popolari ed efficaci disponibili:

Crystal – Una delle più semplici disponibili oggi su iPhone e iPad. L’applicazione è molto semplice senza particolari impostazioni e non permette di aggiornare una white list. A parte questo limite Crystal è un applicazione sempre aggiornata grazie al continuo lavoro degli sviluppatori. App molto utile e pratica per chi non vuole troppe impostazioni è disponibile su App Store a 0,99€

1Blocker – Questa è l’applicazione è adata a chi vuole un controllo maggiore sui contenuti. Attivato il blocco nelle impostazioni di sistema è poi necessario impostare i filtri all’interno dell’applicazione. 1Blocker è disponibile gratuitamente con la possibilità di bloccare un solo tipo di contenuto alla volta. Per avere funzioni più avanzate e di conseguenza filtrare tutti i contenuti come tracker, font web, widget è necessario passare alla versione a pagamento da 2,99€. Qui il link per scaricarla.

Purify – Presente su App Store dopo qualche mese di test in versione beta, Purify è l’applicazione più costosa tra le tante disponibili ma ritenuta da tanti una delle migliori. Questo adblocker permette di aggiornare la whitelist in una modalità molto semplice: visualizzata la pagina filtrare basterà fare tap sull’estensione nelle opzioni di condivisione su Safari. Purify è disponibile su App Store sia per iPhone che iPad al prezzo di 3,99€

Freedom – Completamente gratuito Freedom non dispone di opzioni che permettono all’utente di personalizzare i filtri. Una volta scaricato è possibile attivarlo dal menù Impostazioni di Safari dando subito risultati immediati come: il caricamento nella metà del tempo di una pagina web, un minor consumo della rete dati e della batteria. Freedom è disponibile su App Store gratuitamente.

Blockr – Rispetto alle altre applicazione Blockr è basato principalmente sulla protezione della privacy, molto spesso messa a rischio dalle pubblicità. Una caratteristica interessante presente in Blockr è la possibilità di creare delle whitelist per tipologia di contenuto, permettendo per esempio di bloccare i vari banner pubblicitari ma non i widget per la condivisione sui social. Blockr è disponibile su App Store al prezzo di 0,99€

Silentium – Sviluppata da Francesco Zerbinati si presenta come molto semplice e minimale. Silentium permette di bloccare banner pubblicitari e altri contenuti su Safari. Imporante segnale per Silentium la modalità di risparmio dati e la possibilità di disattivare i fastidiosi pop-up sulla cookie law attivi dal mese di giugno. Silentium è disponibile su App Store al costo di 1,99€.

Architecture of Radio: l’app che vede le reti Wi-Fi intorno a noi

Architecture of Radio: l’app che vede le reti Wi-Fi intorno a noi

Sarebbe bello poter vedere intorno a noi le onde elettromagnetiche del segnale wi-fi per capire immediatamente se abbiamo o meno la copertura. A questo punto voi direte che questo è possibile solo in un film di fantascienza, nella realtà di tutti i giorni questo è praticamente impossibile. Avete ragione certo, ma fino ad un certo punto, perchè un ragazzo olandese ha sviluppato un’applicazione per iPad che ci permetterà di vedere queste onde e di conseguenza capire la copertura del segnale wi-fi.

architecture of radio

Richard Vijgen, questo il nome del ragazzo, ha creato Architecture of Radio, un applicazione per iPad che oltre a rilevare Wi-Fi, rileverà anche il segnale delle torri dei cellulari e dei satelliti di osservazione. L’applicazione non è ancora stata rilasciata, ma nella dimostrazione video condivisa è possibile vedere quali sono le sue potenzialità.

Nel video è possibile vedere che Architecture of Radio riesce a rilevare diverse reti Wi-Fi rappresentate da onde circolari e, nel momento in cui ne viene rilevato uno nuovo segnale, l’applicazione avvisa l’utente con un segnale acustico. Una versione specifica per interni per  rilevare i nodi di comunicazione all’interno di uno spazio espositivo sarà esposta all’inizio di questo mese presso il Centro per l’Arte e la tecnologia dei media ZKM di Karlsruhe in Germania.

Sul sito viene indicato che una versione per Apple iOS sarà disponibile da dicembre 2015, mentre gli utenti Android dovrano aspettare gennaio 2016. Richard Vijgen nel raccontare Architecture of Radio la immagina come una guida che permette di vedere il mondo nascosto delle reti digitali.

YouTube per iPhone: ecco i video verticali a tutto schermo

YouTube per iPhone: ecco i video verticali a tutto schermo

Google ha recentemente completamente ridisegnato in material design l’applicazione per YouTube, allineandola a tutti i prodotti della sua gamma. Nell’aggionamento oltre alla possibilità di effettuare un abbonamento e una serie di funzioni per la gestione dei video BigG ha inserito un interessnate funzione per i suoi utenti.

Precedentemente i video girati in verticale da smartphone erano visibili in forma ridotta e con due bande nere ai lati per compensare lo spazio vuoto lasciato dalla ripresa. Oggi grazie alla funzione inserita nell’ultimo aggiornamento i video potranno essere visibili a tutto schermo togliendo quelle fastidiose bande nere che andavano a ridurne le dimensioni di visualizzazione visto l’impostazione standard del video in orizzontale presente su YouTube mobile. A questo link ecco un video per vedere dal vostro iPhone cosa succede.

Un aggiornamento interessante ma soprattutto pratico, che arriva dopo quello per Android e da molta più libertà in fase di ripresa agli youtuber, se prima dovevano preoccuparsi di ruotare il telefono in orizzontale per far rendere al meglio il video da oggi non devono più preoccuparsi di questo. La ripresa da dispositivo mobile oggi è molto utilizzata e Google ha sistemato una mancanza che farà fare a YouTube un salto di qualità imporante nella continua lotta commerciale con il suo avversario dichiarato Facebook.

Il social numero uno al mondo, in questo ultimo anno, è diventato un avversario molto pericoloso per YouTube rubando utenti a quello che era il punto di riferimento per i video sul web. Non ultimo l’aggiornamento di questi giorni in stile Youtube inserito da Facebook (link) con la possibilità della visualizzazione dei video in privato e del sistema di gestione e organizzazione dei contenuti multimediali presenti nella pagina. YouTube non sta sicuramente ferma a guardare e questo aggiornamento lo testimonia. L’applicazione dopo la versione per Android arriva gratuitamente anche su Apple Store a questo link.

Google Translate: ecco Word Lens e traduttore simultaneo

Google Translate: ecco Word Lens e traduttore simultaneo

Il traduttore universale di Star Trek è finalmente disponibile per gli smartphone. No, non stiamo sognando state tranquilli, stiamo parlando delle nuove funzionalità rilasciate da Google per la sua applicazione Translate. La nuova versione include il rilevamento automatico della lingua in modalità di conversazione, così da permettere a due persone che non parlano la stessa lingua comunicare tra loro. Dopo aver selezionato le due lingue, Google Translate tradurrà in tempo reale le due conversazioni permettendo così la comunicazione tra loro.

Nell’ultimo aggiornamento di Google Translate è stato integrato Word Lens, una funzione che permette di leggere istantaneamente un testo scritto. Nella versione precedente per poterla utilizzare l’utente doveva scattare una foto alla scritta e segnare quali parole voleva tradurre. Word Lens è molto più immediato, basterà infatti inquadrare l’immagine e istantaneamente verrà visualizzata la traduzione. Word Lens funziona senza una connessione Internet e sarà possibile avere traduzioni in inglese, francese, tedesco, italiano, portoghese, russo e spagnolo. Per le altre lingue, sarà ancora richiesta la foto della scritta da tradurre. Le nuove funzionalità di Google Translate sono disponibili sia per iOS e Android.

Google Translate, con traduzione in tempo reale va ad aggiungersi a quello realizzato da Microsoft per Skype, la barriera tra le diversità di linguaggio sta rapidamente scomparendo grazie alla tecnologia, questa nuova funzione potrebbe risolvere diverse problematice che vanno da un semplice viaggio all’estero per lavoro o come turisti alla possibilità di comunicare con liguaggi oggi ancora difficili.

 

Fonte | mashable

Apple-IBM: ecco IBM MobileFirst for iOS

Apple-IBM: ecco IBM MobileFirst for iOS

All’inizio di quest’anno, Apple e IBM hanno annunciato una partnership per portare Cupertino in campo professionale creando quindi servizi per le imprese. Se vi state chiedendo quali sono i frutti di questo importante accordo ecco la risposta che stavate aspettando: Apple e IBM hanno recentemente annunciato una serie di applicazioni iOS rivolti alle imprese.

Nel pacchetto soprannominato IBM MobileFirst for iOS, troviamo una serie applicazioni dedicate al mondo del business in diversi settori industriali, come per esempio applicazioni sviluppate per il settore del trasporto aereo sia per il lato economico che per gli assistenti di volo. Oltre a questo ci saranno applicazioni per il settore bancario, i mercati finanziari, le assicurazioni, la pubblica amministrazione, il retail e le telecomunicazioni. Sarà inoltre permesso alle aziende di personalizzare le applicazione in base alle loro esigenze e di collegarle ai propri servizi aziendali interni.

IBM ha inoltre sottolineato l’importanza della sicurezza, in quanto queste applicazioni potrebbero potenzialmente contenere informazioni molto riservate che le società vorrebbe proteggere dal pubblico e dalla concorrenza. Philip Schiller, VP senior di Apple Worldwide Marketing,dichara che questo è un grande passo per iPhone e iPad verso le aziende, e che la società non vede l’ora che tutto questo diventi realtà. Il mondo del business, sta muovendosi in modo molto deciso verso il mobile – dichiara Schiller – Apple e IBM creando IBM MobileFirst for iOS hanno voluto unire le migliori tecnologie al mondo per aiutare le aziende a ridisegnare il loro modo di operare con strumenti sempre più performanti.

Ecco alcune immagini delle nuove app di IBM MobileFirst for iOS:

Fonte | ubergizmo

Fruit’s Jam: un simpatico gioco a base di frutta!

Fruit’s Jam: un simpatico gioco a base di frutta!

Nelle campagne di Fruit’s Jam il contadino si è addormentanto, e toccherà a voi ricoprire il suo ruolo. Cosa dobbiamo fare? Inserire nella cesta i frutti che cadono dal cielo, ma attenzione, dovrete inserire solo quelli che corrispondoo con la commessa richiesta, che ogni tanto cambia, mettendo alla prova i vostri riflessi. A darvi una mano ci sarà un simpatico gallo chiamato Cinghios.

Ogni tanto vi verrà a trovare sullo schermo e se premuto vi donerà simpatici bonus! Potrete trovare anche BadCinghios, che quando arriveranno sullo schermo innescherano scherzetti di poco gusto rendendovi ancora più difficile la partita. Fruit’s Jam è composto da 100 livelli, con difficoltà crescente. Durante il gioco, scenderanno insieme ai frutti, anche delle foglie, che selezionate, vi permetteranno di raccogliere monetine, utili per comprare frutti aggiuntivi e fantastici potenziamenti. Nel caso potete sempre ricorrere all’in-app, esistono infatti due pacchetti, uno da 10.000 monete e uno da 25.000 monete, rispettivamente al costo di 0.89 Cent e 1,79 Euro. Buon divertimento! Fruit’s Jam realizzato da Burn’App è disponibile su App Store a questo link.

Emonjimo: trasforma automaticamente il testo in emoticons

Emonjimo: trasforma automaticamente il testo in emoticons

Grazie alle nuove possibilità offerte da iOS 8 il mondo delle tastiere di terze parti sta vedendo un vera e propria espansione. Tra le tante versioni disponibili troviamo Emonjimo un interessante tipologia di tastiera da prendere in considerazione, con una particolarità interessante: trasforma il testo digitato in emoticons. Funziona esattamente come una correzione automatica solo che in questo caso la parole vengno sostituite dalle famose piccole immagini. Mentre scriverete un messaggio quando le parole digitate il sistema troverà una corrispondenza con un emoticons cambiandolo in automatico.

A questo punto vi starete chiedendo, ma esistono emoticons per ogni tipo di parola? Ovviamente no! Emonjimo però può essere un alternativa davvero originale per inviare un messaggio, certo potreste correre il rischio di mandare un messaggio che assomiglia di più ad un rebus ma state tranquilli in certi casi potrete mandare qualcosa di veramente unico. Emonjimo è disponibile gratuitamente per App Store a questo link.

emojis

Fonte | thenextweb

Screeny: elimina rapidamente gli screenshot indesiderati su tuo iPhone

Screeny: elimina rapidamente gli screenshot indesiderati su tuo iPhone

Grazie alle tante novità e possibilità di sviluppo inserite da Apple nel suo sistema operativo per dispositivi mobile iOS 8 le applicazioni di terze parti possono essere sfruttate al meglio come per esempio la gestione delle foto. Un esempio è Screeny, un applicazione rilasciata che consente di eliminare rapidamente e facilmente le immagini vecchie o indesiderate dalla fotocamera delo tuo iPhone.Screeny è stato sviluppato per cancellare le foto ma nello specifico gli screenshots. Una volta installato, effettua una scansione della cartella immagini filtrando gli screenshoot e la quantità di spazio che occupano. A questo punto sarà possibile selezionarli ed eliminare quelli inuitilizzati.

screeny

Oltre a questo è possibile consentire a Screeny di selezionare tutte le immagini ad eccezione di quelli degli ultimi 15 giorni, oppure degli ultimi 30 giorni, oppure selezionare tutte le immagini di un determinato periodo. Screeny tra le sue funzioni permette anche di vedere se ci sono foto più vecchie di tre mesi, indicando la loro dimensione di archiviazione, così da poter decidere se fare un backup oppure cancellarne alcune per liberare più spazio. Ottimizzato per iPhone e iPod touch con iOS 8.1 o versioni successiva, Screeny è ora disponibile su App Store a 0,89 euro.

Fonte | appadevice

 

TestFlight: ecco la nuova versione Apple

TestFlight: ecco la nuova versione Apple

L’applicazione TestFlight è un importante aiuto per gli sviluppatori, perchè gli permette di aggiungere rapidamente e facilmente nuovi tester ad un’applicazione da controllare e collaudare prima di essere caricata sull’App Store. Il servizio è molto utile tanto da convincere Apple ad acquisirla e assumere il suo creatore Burstly, facendola diventare la propria applicazione test per i suoi sviluppatori iOS.

Apple, ha annunciato ieri che TestFlight è disponibile a tutti gli sviluppatori iOS. Grazie alla nuova versione creatta da Cupertino, potrano aggiungere fino a 1.000 utenti, molti di più rispetto alla precedente versione che limitava l’utilizzo a solo 25 utenti. L’applicazione è ora integrata con iTunes Connect dove una volta impostati i gli utenti abilitati gli interessanti potranno scaricare TesftFlight da App Store.

Fonte | thenextweb

 

iOS 8: un migliore controllo della batteria

iOS 8: un migliore controllo della batteria

Sarà sicuramente successo a molti di prendere in mano il prprio iPhone appena ricaricato e trovarsi con una batteria già scarica in poco tempo di un punto percentuale. Una soluzione, mettersi in tasca o in borsa una batteria esterna per ricaricaricare il melafonino quando la batteria vi abbandonerà. Grazie all’ultima versione del sistema operativo Apple iOS 8, sarà possibile gestire al meglio l’autonomia della batteria.

screen_shot_2014-09-19_at_2.02.18_pm.png

Taylor Hatmaker di The Daily Dot spiega come i nuovi utenti di iOS 8 possono visualizzare questi dati. Una volta aperta la schermata di utilizzo della batteria, sarà in grado di visualizzare un elenco di applicazioni ordinate in funzione di quanto consumano la batteria. I consumi possono essere poi visualizzati in funzione dell’utilizzo nelle ultime 24 ore e negli ultimi sette giorni. Questa nuova funzione presente in iOS 8 sarà sicuramente molto utile nel caso in cui dovremmo trovarci con un’improvvisa riduzione della durata della batteria. Si tratta se vogliamo di una novità aggiunta un po’in ritardo su iOS, ma estremamente utile. Per visualizzare questi dati basterà seguire questo percorso: Impostazioni> Generali> Utilizzo> Utilizzo batteria.

Fonte | slashgear