Dispositivi

Apple Watch: impermeabile ma non troppo

Apple Watch: impermeabile ma non troppo

Apple ha presentato la nuova linea di prodotti mobile “magici”, ma la società ha lasciato molte domande senza risposta come per esempio se l’ormai famoso Apple Watch sarà impermeabile e resistente all’acqua. Durante una dimostrazione però il dispositivo viene spruzzato con acqua, il che implica che vi sia almeno un certo grado di sopportazione all’acqua, notizia confermata anche da David Pogue. Il dispositivo – spiegato durante un Apple Watch briefiing – resiste a sudorazione, indossato sotto la pioggia, lavarsi le mani, oppure cucinare, ma meglio toglierlo prima di nuotare o lavarsi sotto la doccia

Va considerato che, togliere il vostro Apple Watch significherà che quando si metterà di nuovo dovrete reinserire il PIN per i pagamenti wireless. La funzione di sicurezza biometrica di Apple Pay è una combinazione di PIN e pelle, finché l’orologio sa che è sul polso, dove può rilevare i battiti cardiaci oppure determinare la sua posizione, consente di pagare, semplicemente avvicinando il dispositivo a un terminale NFC compatibile, senza bisogno di riinserire il codice PIN. Piuttosto che avere l’orologio con voi sotto la doccia, sarebbe meglio posizionare Apple Watch sul suo supporto di ricarica, in quanto il dispositivo dovrà essere ricaricato ogni giorno.

Fonte | bgr

Mota SmartRing: le notifiche sulle tue dita

Mota SmartRing: le notifiche sulle tue dita

Il mondo degli smartwatch o smartband in questi giorni è molto movimentato con nuovi modelli presentati all’evento IFA 2014 di Berlino. Ci sono però altre società che guardano in un altra direzione applicando la parola smart ad altri oggetti che indossiamo tutti i giorni. Tra queste aziende è interessante segnalare Mota, che ha annunciato SmartRing, un anello intelligente che sarà in grado di ricevere e visualizzare le notifiche in arrivo dalle applicazioni installate sullo smartphone. 

SmartRing tra le sue funzioni è in grando di notificare il ricevimento di messaggi di testo, chiamate in arrivo, promemoria sul calendario e altro ancora. In una dichiarazione l’azienda Mota spiega che gli utenti potranno decidere liberamente con chi vorranno parlare e che notifiche ricevere per essere aggiornati. SmartRing visualizzerà le notifiche in forma di testo, che potranno scorrerre, secondo una velocità impostata dall’utente.

L’anello, spiega infine la società offre la massima discrezione su notifiche, permettendo a chi lo indossa di attivare o disattivare le notifiche. SmartRing verrà commercializzato con un app disponibile sia per Android che per iPhone che che invierà, una volta sincronizzato le notifiche all’anello. Secondo le prime ipotersi il Mota SmartRing verra inizialmente rilasciato in Nord America nel quarto trimestre del 2014, mentre non ci sono ancora notizie sul prezzo del dispositivo. Per chi volesse vederlo fisicamente è in esposizione all’IFA di questa settimana a Berlino.

Fonte | androidcentral

iPhone 6: quando la vendita?

iPhone 6: quando la vendita?

La notizia è sicura Apple presenterà il nuovo iPhone 6 il 9 settembre 2014, ma a questo punto è giusto chiedersi, quando sarà messo in vendita? Le prime voci diffuse in rete parlano di 10 giorni dopo la sua presentazione, e più precisamente venerdì 19 Settembre, giorno nel quale sarà possibile effettuare un preordine dello smartpgone almeno nei Paesi Bassi.

Alcuni siti come iPhonez.nl confermano che per il nuovo iPhone 6 le vendite inizieranno il 19 di questo mese al prezzo di 699€ per quello che sarà probabilmente il modello più alto. Il sito menziona anche un’ offerta di lancio di 55 €. Ancora, però, non sono stati presentati i due modelli di iPhone 6 e va considerato che non è ancora sicuro che il modello da 5,5 pollici sarà messo in vendita insieme al modello da 4,7 pollici. L’anno scorso, i due nuovi iPhone 5s e 5c sono stati svelati il 10 settembre e solo il modello 5c era stato reso disponibile il pre-ordine tre giorni dopo, invece per quanto riguarda il 5s, Apple non ha voluto offrire preordini. Entrambi i telefoni, però, sono stati messi in vendita insieme il venerdì 20 settembre, 10 giorni dopo.

Se i calcoli sono giusti e Cupertino rispetterà la tempistica del precedente modello i nuovo iPhone 6 che verranno presentati il 9 settembre verranno commercializzati dieci giorni dopo il lancio. L’attesa è tanta e magari essere a conoscenza di questi termini potrebbe tranquillizzare chi vive questa attesa come un evento molto molto importante.

Fonte | cultofmac

Apple iPhone 6: tecnologia NFC in arrivo

Apple iPhone 6: tecnologia NFC in arrivo

Dopo anni di articoli dove si diceva che la tecnologia NFC, protocollo per i pagamenti tramite smartphone, sembra ormai aver raggiunto la fine sta per ricevere una nuova spinta e ripartire. Tutto questo riprenderà vita il 9 settembre dove nel nuovo iPhone 6 disporrà della nuova tecnologia. Apple ha infatti raggiunto un accordo per questo tipo di pagamento con American Express, Visa e MasterCard. Ormai da tempo Android supporta la tecnologia NFC, e la palla in questo momento è nelle mani di ogni singolo commercianti che dovrà adeguarsi alla nuova tecnologia per poter permettere questo tipo di pagamenti. Pensando al nostro paese possiamo starne certi che servirà molto tempo per questo cambio che potremmo definire di mentalità.

La scorsa settimana sul Daring Fireball di John Gruber, veniva suggerito il protocollo NFC come una tecnologia sicura dove memorizzare le carte di credito, in modo da poter pagare la merce nei negozi al dettaglio, aggungendo che i pagamenti mobili saranno possibili anche con nuovo iWatch. Apple per aumentare ulteriormente la sicurezza nei pagamenti tramite NFC dispone già sull’attuale iPhone 5s, di ottimo sistema: la possibilità di memorizzare le impronte digitali. A proposito di questo in una delle varie conferenze di Tim Cook ricordiamo una sua dichiarazione dove annunciava che l’autenticazione tramite le impronte digitali per effetturare dei pagamenti era uno dei motivi che hanno spinto Apple a svilluppare il Touch ID.

Fonte | cultofmac

Apple iWatch: ecco quando sarà commercializzato

Apple iWatch: ecco quando sarà commercializzato

A seguito di un rapporto appena pubblicato da ReCode, Apple annuncierà il suo dispositivo indossabile, che secondo varie indiscrezioni si chiamerà iWatch, insieme ai nuovi iPhone 6 durante l’evento in programma il 9 di settembre. Il nuovo dispositivo a differenza di quanto tutti si aspettavano non sarà però disponibile quest’anno. Ma allora quando potremo avere al polso i tanti atteso dispositivo indossabilo? Non è ancora chiaro, ma sarà improbabile vederli in vendita entro l’anno, le ultime notizie parlano dell’estate 2015.

A maggiore conferma di questo ritardo, anche l’analista Ming-Chi Kuo di KGI Securetis ha pubblicato un rapporto dove spiegava che il nuovo Apple iWatch sarà commercializzato nel 2015. Cosa aspettarsi dal prodotto indossabile di Apple? 9to5Mac ha riferito ampiamente che i prossimi dispositivi si concentreranno su fitness e sul monitoraggio della salute e grazie al app HealtKit e al nuovo iOS 8 che metterà in comunicazione tutti i dispositivi Apple.

Fonte | 9to5mac

Apple: ecco il dream team per i dispositivi indossabili

Apple: ecco il dream team per i dispositivi indossabili

In un’azienda come Apple, che non diffonde nessun tipo di informazione sulle sue attività, uno dei pochi modi per capire cosa sta progettando per il futuro è quello per esempio di vedere chi sta assumendo. Osservando i nuovi arrivati a Cupertino nell’ultimo anno è possibile capire la linea scelta: costruire un dream team per lo sviluppo e la vendita di dispositivi indossabili con un tocco fashion. L’elenco pubblicato da Morgan Stanley parla di 17 assunzioni tra cui 9 per il settore e medico e come detto per i dispositivi indossabili.

Questi dati non sono tutti i movimenti societari fatti da Apple negli ultimi mesi, ma fanno capire bene quello che Cupertino vuole fare in futuro. Leggendo l’elenco pubblicato due assunzioni sono fondamentali, quelle di due ex dipendenti Nike: Jay Blahnik e Ben Shaffer. Entrambi sono stati fondamentali nella realizzazione del FuelBand, progetto attualmente chiuso. L’altra parte di assunzioni riguarda il settore medico con dottori che sono stati inseriti per ricerche sul sangue, sul sonno e sulla respirazione, persone che verranno utilizzate per sviluppare HealthKit collegato al futuro iWatch.

 

fashion dream team - apple

Dal settore della modo Apple si era già assicurata l’ex CEO di Burberry, Angela Ahrendts, successivamente è stato assunto Paul Deneve da Yves Saint Laurent per seguire i progetti speciali. Acquisita Beats altro elegante indossabile ha trasformato in dirigenti Apple Jimmy Iovine e Dr. Dre. Un rapporto pubblicato l’estate scorsa ha messo in evidenza che Apple stava effettuando una serie di assunzioni aggressive per il nuovo iWatch, si parla infatti di 100 nuovi ingegneri impiegato sul progetto. La recente accellerazione della società nella acquisire nuovi dipendenti ci fa ovviamente pensare che ci sono prodotti in cantiere in casa Apple a conferma della lunga serie di brevetti depositati proprio per il settore dei dispositivi indossabili. Eddy Cue, VP senior di Apple ha recentemente affermato che il pacchetto di prodotti che arriverà questo autunno è il migliore che ha visto nei suoi 25 anni  di permanenza a Cupertino.

Fonte | cultofmac

 

iPhone 6: nuovo cavo di ricarica reversibile USB 3.1

iPhone 6: nuovo cavo di ricarica reversibile USB 3.1

Apple presentando nel 2012 la connessione Lightning per la ricaricarica per i suoi dispositivi, aveva semplificato molto l’inserimento del cavo nei suoi smartphone o tablet grazie alla possibilità di inserirlo da entrambi i lati. Due anni dopo la società è pronta, secondo le ultime indiscrezioni, a lanciare sul mercato un cavo reversibile su entrambe le estremità.All’inizio di questa settimana, il team di sviluppo della connessione USB 3.0 aveva annunciato di aver completato la versione USB 3.1 chiamata Type-C e, sulla base di alcune immagini recentemente trapelate dal sito cinese di tecnologia dianxinshouji.com.cn, Apple ha già assorbito la nuova tecnologia del nuovo hardware e la sta applicando al cavo di ricarica per il nuovo iPhone 6.

Secondo il rapporto pubblicato Foxconn avrebbe già iniziato la fornitura ad Apple dei nuovi cavi. Le foto pubblicate mostrano chiaramente che la connessione USB è stato modificata rispetto ai cavi che utilizziamo attualmente, è chiaramente visibile che il connettore si trova in mezzo alla sede e non più su un lato. Le foto pubblicate sono l’ennesima perdita di informazioni da parte di Apple che però confermano lo sviluppo di un brevetto del colosso americano pubblicato alla fine del mese scorso per dove parlava di connettori reversibili USB. Come via abbiamo raccontato in un post pubblicato nei giorni scorsi, la nuova connessione Type-C  dispone di altri vantaggi oltre la sua capacità di essere collegato da entrambe le direzioni, infatti sarà possibile caricare dispositivi con una potenza fino a 100W, quindi per esempio per cariare uno smartphone.

 iphone-6-lightning-cable-2

Il nuovo connettore USB 3.1 diventerà quasi sicuramente il nuovo standard andando a sostituire le nostre attuali connessione e viste queste ultime indiscrezioni Apple vuole essere un passo avanti e vorrebbe lanciare il suo smartphone di nuova generazione con questa tecnologia ma, come dico sempre in questi casi la certezza non eseiste lo sapremo con certezza solo quando Tim Cook salirà sul palco il 9 settembre per presentare il nuovo iPhone 6.

Fonte | bgr

iPhone 6: nuove immagini del display in vetro zaffiro

iPhone 6: nuove immagini del display in vetro zaffiro

Si stanno diffondendo in rete alcune immagini di quello che potrebbe essere lo schermo del prossimo iPhone 6 sul blog taiwanese AppleClub. Nelle foto, è possibile vedere sia l’interno e l’esterno del pannello anteriore del modello da 4,7 pollici. Osservandolo possiamo notare come sia molto simile all’attuale iPhone 5s, anche se ovviamente molto più grande.

Purtroppo è impossibile dire da queste foto se il prossimo iPhone 6 utilizzerà un display a cristalli in vetro zaffiro, una caratteristica che la maggior parte degli analisti si aspettano. Le indiscrezioni su questo componente sono però discordanti, alcuni infatti sono convinti del fatto che solo il modello da 5,5 pollici avrà questo tipo di display. Entrambi i modelli di iPhone 6 sono recentemente entrati in produzione di massa e come diffuso in rete in questi giorni dovrebbero essere presentati in un evento il 9 settembre.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Fonte | 9to5mac

 

iPhone: attivato il programma di sostituzione del display

iPhone: attivato il programma di sostituzione del display

Alcune indiscrezioni riportate su sito 9to5Mac parlano di un nuovo programma  Apple per quanto la sostituzione dello schermo di un iPhone 5,  5s già dai prossimi giorni,  al massimo entro lunedì 4 agosto. I clienti che vorranno sostituire o riparare lo schermo rotto lo potranno fare ad un costo di  150 dollari;  non è certo a buon mercato, ma è meglio riparare lo schermo oppure comprare un dispositivo nuovo? Apple in questo ultimo periodo ha scelto la strada della riparazione fatta direttamente da le invece di concedere a terzi l’operazioni, nel tentativo di contenere i costi ed evitare l’invio di dispositivi per la sostituizione. In questo momento costa circa 269 dollari sostituire completamente il display di un iPhone 5s, quindi 150 dollari non è poi così tanto in confronto.

Con i nuovi iPhone previsti nel mese di settembre, si spera che il display che va in frantumi sia solo un brutto ricordo grazie al nuovo schermo, in vetro zaffiro, il dispositivo sarà in grado di resistere meglio cadute accidentali e altri pericoli. Ma a questo punto è giusto chiedersi se, con un materiale ultra resistente perchè Cupertino ha attivato un programma di sostituzione che potrebbe essere presto chiuso?

Fonte: technobuffalo

Modbook Pro X: trasforma il tuo MacBook Pro in un tablet

Modbook Pro X: trasforma il tuo MacBook Pro in un tablet

Hai mai desiderato che Apple realizzasse un MacBook Pro convertibile così da poterlo utilizzare sia come laptop che in modalità tablet come per esempio il  Lenovo Yoga 2 Pro? Se avete da parte sacco di soldi da spendere e volete qualcosa di simile una società di nome Modbook potrebbe accontentarvi, ma come abbiamo detto a prezzi molto alti. Modbook, ha recentemente lanciato una campagna su Kickstarter dove ha presentato il Modbook Pro X che trasformerà il tuo portatile Apple. in un modello convertibile.

Inviato il vostro Mac Book Pro, la società penserà alla conversione del portatile in un tablet, che una volta trasformato vi verrà riconsegnato con un nuovo involucro di colore nero e accompagnato da una stilo. Il nuovo dispositivo covertibile avrà a disposizione tutte le funzionalità di un normale tablet come la rotazione dello schermo, la possibilità di scrittura tramite penna, e altro ancora. Se però non volete sacrificare il vostro portatile Apple è possibile acquistare direttamente il Modbook Pro X. Il Modbook Pro X è compatibile con i MacBook pro venduti verso la fine del 2013 e con più recenti da 15,4 pollici, compresi i modelli Retina. Modbook dichiara di essere specializzato nella trasformazione dei tablet in dispositivi convertibili, sostenendo di mantenere intatta la configuarzione Apple su tutti i dispositivi trasformati.

Sono disponibili un paio di opzioni extra per il Modbook Pro X, purtroppo però a pagamento: la prima si chiama Keybars, e consiste in una serie di pulsanti sulla parte posteriore del dipositivo pensate nella zona in cui si terrebbe in mao il Modbook Pro X. I tasti Keybars permettono di inserire rapidamente i comandi da tastiera tramite scorciatoie e sono completamente programmabili permettendo una grande flessibilità all’operatore cosi da non obbigarlo a dover imparare per forza i vari comandi. Il secondo accessorio consiste in supporto con tastiera Qwerty completa a cui collegare il Modbook Pro X trasformandolo in un portatile vero e proprio.

Come abbiamo detto il Modbook Pro X non è per niente un prodotto a basso costo, per averlo sarà necessario pagare 1999 dollari per il modello converito da MacBook Pro e 2299 dollari per il modello realizzato dalla società. Spendendo poi  2689 dollari sarà possibile avere le Keybars sul retro e il supporto con tastiera. Modbook non inizierà le consegne prima di marzo del 2015 in funzione anche di come procederà la campagna di crowfounding su Kickstarter.

Fonte | digitaltrend