Dispositivi

Windows Phone 8.1 finalmente in arrivo!

Windows Phone 8.1 finalmente in arrivo!

Tre mesi dopo l’annuncio ufficiale, Windows Phone 8.1 è finalmente pronto per tutti gli smartphone Lumia con Windows Phone 8. L’update si chiama Cyan  perché contiene alcune aggiunte dal team di Nokia oltre all’aggiornamento preparato da Microsoft. Sono in arrivo un sacco di novità per Windows Phone 8.1, come il Centro operativo per la verifica delle notifiche, la connessione Wi-Fi Sense per la rapida registrazione in un hotspot aperto, e Word Flow la nuova tastiera. C’è anche nuova assistente digitale Cortana di Microsoft, che sarà disponibile inzialmente solo per i possessori di Windows Phone negli Stati Uniti.

Lumia-Cyan-update_Word-Flow111

Word Flow la nuova tastiera per Windows Phone 8.1

Il team di Nokia sta offrendo Cyan, che migliora alcune delle applicazioni più popolari della società: Fotocamera Nokia, Creative Studio e Storyteller sono tutti gli aggiornamenti per ottenere una migliore esperienza utente. C’è anche un nuovo Dispositivo Hub per tenere traccia dei vostri accessori smartphone e un upgrade gratuito Drive+ per chiunque con un Lumia 520, 525, 620 o 720. Windows Phone 8.1 e l’aggiornamento Lumia Cyan dovrebbero iniziare ad essere rilasciati a rotazione da oggi, ma i tempi sono diversi a seconda di dove si vive e dell’operatore telefonico.

In Nord America, ad esempio, l’aggiornamento Cyan è ancora in fase di test. Per controllare manualmente l’upgrade andate su Impostazioni> Telefono Update. L’importante è connettersi al Wi-Fi e liberare la memoria fino ad avere circa 1,5 GB liberi. Aspettiamo con grande ansia il nuovo aggiornamento pronti per provare il nuovo WP  8.1!

Fonte | technobuffalo

Google Project Ara: vengono inviati i primi dispositivi

Google Project Ara: vengono inviati i primi dispositivi

Project Ara di Google è un progetto sicuramente entusiasmante guardando al futuro, quante volte ci siamo lamentati del fatto che il nostro smartphone sarebbe perfetto se avesse questa funzione o se non avesse questo difetto? Certo non è possibile accontentare tutti, il prodotto perfetto non esiste. Forse è proprio per questo che Project Ara crea molto aspettativa tra gli utenti, grazie proprio alla sua flessibilità è possibile personalizzarsi il proprio dispositivo. Recentemente Google ha dichiarato durante il Google I/O che Ara è entrato nella fase beta e ora secondo quanto riferito, Google ha iniziato ad accettare le prime richieste per avere il dispositivo su cui effettuare i test.

Importante notare che l’ok da parte di Google all’invio del dispositivo non sarà per gli utenti finali ma agli sviluppatori che sviluppati i loro moduli sono pronti a provarli. Google non si occuperà infatti dell’intero sviluppo dei moduli saranno gli sviluppatori di terze parti a trovare nuove idee e a i moduli che potrebbero essere collegati al portatile. Ad esempio, Toshiba fornirà i chipset per il telefono e Sennheiser si occuperà della parte audio. portatile pure. I dispositivi, secondo le notizie diffuse in rete, verranno inviati ai pochi fortunati entro la fine del mese, Google effettuerà poi una seconda distribuzione con scadenza il 17 agosto. Supponendo che tutto vada secondo i piani, Project Ara verrà commercializzato agli inizia del 2015.

Fonte | ubergizmo

Ritot: ora e notifiche proiettate sulla tua mano

Ritot: ora e notifiche proiettate sulla tua mano

Vi siete mai chiesti quanto sarebbe interessane fare un uso migliore degli spazi inutilizzati? Come per esempio il dorso della mano? A quanto pare quattro ragazzi a San Jose, in California, hanno pensato a quella domanda e hanno lanciato un progetto di crowdfunding creando il primo orologio al mondo con proiezione. Ritot, questo il nome del dispositivo è un braccialetto che assomiglia ad una accessorio per il fitness che dispone di un piccolo proiettore per visualizzare l’ora e varie notifiche dello smartphone sul dorso della mano.

La funzionalità è molto semplice, basterà toccare Ritot o scuotere la mano e vedere l’ora corrente visualizzata sulla tua mano per 10 secondi. Sincronizzato poi con il vostro smartphone sarà possibile vedere oltre all’ora ache una serie di notifiche come: chi vi sta chiamando, i messaggi di testo, i promemoria, le notifiche dai social media, gli alert meteo e le e-mail. Ritot può anche essere impostato per vibrare quando riceve una notifica oppure quando un allarme si disattiva.

Inclusi nel kit Ritot dispone di un caricabatterie wireless e di un’interfaccia per personalizzare il colore delle proiezioni dell’orologio, mentre la base può anche essere utilizzata come sveglia. Disponibile in due versioni, braccialetto e sport, la versione normale ha una superficie di pelle ed è disponibile bianco e nero oppure completamente nero; la versione sportiva è realizzata in plastica e gomma ed è disponibile in nero o bianco.La sua campagna Indiegogo è iniziata il 7 luglio si chiderà il 21 agosto e ha già raccolto più di $ 114,200, superando il suo obiettivo di $ 50.000.

Ritot disporrà di 150 ore (6,25 giorni) di durata della batteria in modalità di proiezione ed un mese in modalità standby. I sostenitori della campagna di crowfounding potranno ricevere il pacchetto orologio più caricatore per 120 dollari, 40 dollari meno del prezzo di vendita che sarà di 160 dollari. e le consegne dovrebbero iniziare a fine gennaio 2015. Gli smartwatch sono di gran moda in questo momento, e forse l’unico modo in cui Ritot potrà competere con le tante alternative sul ercato sarà quella di mettere a disposizione degli utenti la possibilità di interagire con le proiezioni, trasformando la mano in un touchscreen.

Fonte | digitaltrends

Sondaggio iPhone 6: qual è la caratteristica più importante?

Sondaggio iPhone 6: qual è la caratteristica più importante?

Una nuova indagine condotta da WalletHero rivela cosa vorrebbero i futuri acquirenti nel prossimo Apple iPhone 6. Tante sono state le risposte alla domanda: quale funzione o miglioramento ti convincerebbe ad acquistare il prossimo dispositivo della mela? Una su tutte ha perà vinto in maniera chiara il sondaggio, una vittoria che per certi versi potevamo anche aspettare e cioè una migliore durata della batteria. Caratteristica che vince sulla possibilità di avere tra le mani un display più grande. Il sondaggio è stato fatto a 1.500 persone sottoponendogli una domanda a scelta multipla e a vincere è stata la durata della batteria con il 97% delle risposte seguita dal display più grande con 85%.

Ecco i risultati del sondaggio:

  1. Durata della batteria (97%)
  2. Schermo più grande (85%)
  3. Fotocamera migliore (73%)
  4. Processore più veloce (43%)
  5. MicroSD (37%)
  6. Prezzo più basso (35%)
  7. SIM / Dual SIM (8%)

iphone6_sondaggio

Oltre alla domanda su quale caratteristica vorrebbero nel prossimo iPhone 6 ai 1.500 è stato chiesto quando e dove lo avrebbero comprato e di quale telefono dispongono attualmente. I risultati mettono in evidenza una cosa interessante, ma anche in questo caso prevedibile, sono gli stessi utenti Apple a chiede un iPhone con una batteria più performante.

Quando e dove comprerai nuovo iPhone?

  1. Non lo so (63%)
  2. Online successivamente alla data di uscita (34%)
  3. In un Apple Store il giorno della messa in vendita (3%)


Se hai intenzione di acquistare il nuovo iPhone quello che telefono hai attualmente?

  1. iPhone (84%)
  2. Android (11%)
  3. Windows, Blackberry, altro (3%)

Fonte | iClarified

iPhone 6: prove distruttive sul vetro zaffiro

iPhone 6: prove distruttive sul vetro zaffiro

Test in corso sul presunto pannello frontale  in vetro zaffiro per il nuovo iPhone 6. Prove distruttive, come possiamo vedere nel video, che mettono a dura prova questo nuovo componente ad altissima resistenza che verrà installato sulla prossima edizione del dispositivo Apple. Nel video il componente in vetro zaffiro viene sottoposto ad una serie di prove per verificarne la resistenza de viene inciso con una moneta, una chiave, un coltello, un martello oppure un chiodo. Il pezzo non subisce nessun tipo di danno come possiamo vedere nel video anche se viene lasciato cadere, se viene piegato con due pinze non subisce danni solo quando una macchina schiacciandolo è in grado di danneggiare il display.

Il nuovo display per iPhone 6 non è allora così indistruttibile come pensiamo? Sotto il peso di una macchina si distrugge completamente, ma non penso sia una delle prime cause di rottura di un display. Cosa ne pensate?

Ecco il video con tutte le prove distruttive effettuate sul componente per iPhone 6:

Fonte | iclarified

Blocks: ecco lo smartwatch modulare

Blocks: ecco lo smartwatch modulare

Il sitema modulare nel mondo dei dispositivi mobile, viste le premesse davvero interessanti di Google Project Ara, si diffonderà e sarà sicuramente molto apprezzato per la sua flessibilità nella configurazione. Lo smartphone composto da moduli è partito, come abbiamo potuto vedere all’ultimo Google I/O e il colosso americano, ne siamo certi, porterà sicuramente a termine questo progetto così da poter vedere nel 2015 Projet Ara tra le nostre mani.

Ma se a questo punto spostassimo la nostra attenzione sul mondo dei dispositivi indossabili e dovessimo ripensare i tanto chiaccherati smartwatch con un sistema modulare? Non sarebbe una brutta idea neanche in questo caso vista la potenzialità che offre Ara. Pensando proprio a questo sistema a blocchi un gruppo di sviluppatori ha creato Blocks. Gli smartwatch e i braccialetti per il fitness sono una categoria tecnologia che crescerà a breve, sia in termini di interesse dei consumatori che in termini di sviluppo del prodotto, e il team di Block partendo proprio da questa potenzialità non vede alcun motivo per cui la tecnologia da polso non possa essere modulare.

Il dispositivo, realizzato in platica tramite stampa 3D, è un prototipo molto grezzo a cui manca sicuramente la parte estetica e un lavoro di miniaturizzazione dei componenti per essere indossato comodamente. Ci sono molte potenzialità in questo dispositivo, pensate solo alla batteria che può essere sostituita facilmente oppure sfruttando i vari moduli dare al dispositivo una seconda fonte di energia. Sarà poi semplice aggiungere grazie ai tanti moduli un giroscopio, un accelerometro, un cardiofrequenzimetro, un sensore per la misurazione dell’ossigeno nel sangue. Allo stesso modo, potremmo collegare modulit per le attività all’aria aperta come un modulo GPS un altimetro, un termometro e un barometro. Infine potremmo inserire doduli per una SIM-card, per la connessione RFID, chip NFC, una fotocamera e un microfono. Insomma come succederà presto per Project Ara anche Blocks avrà a disposizione una flessibilità enorme.

Uno dei principali punti da risolvere per Blocks è il software, il team sta attualmente sperimentando Wear Android ma la versione definita, adatta al dispositivo, è ancora molto lontana dall’essere completata. ma utilizzare il sistema operativo di Google da sicuramente dei vantaggi come per esempio esser ecompatibile su diverse forme dello schermo. Blocks sarà sicuramente da raffinare, ma spera di essere pronto e di attivare una campagna di crowdfunding questo autunno, con una possibile commercializzazione l’anno seguente. La versione base di questo dispositivo con tutte le funzionalità dovrebbe aggirarsi intorno ai 200-250 dollari e un livello premium con moduli aggiuntivi costerebbe 300-350 dollari, considerate che queste sono solo stime di costo e molto probabilmente non corrisponderano.

Tuttavia, va considerata anche la possibilità che i creatori di Blocks abbiano pensato troppo in grande partendo con un progetto troppo grosso per loro. Le tecnologie presenti all’interno di questo dispositivo sono davvero tante e l’impresa è davvero ambiziosa, non resta quindi che aspettare e vedere se questo nuovo smartwatch modulare vincerà la sua sfida e vedrà la luce nei prossimi anni.

Fonte | engadget

iPhone 6: brevettato un nuovo display

iPhone 6: brevettato un nuovo display

Apple lunedì ha consegnato un brevetto che consentirebbe di costruire involucri, dei dispositivi elettronici, al 100% in vetro, così un video ripreso dalla Apple mette in mostra il nuovo display, quasi indistruttibile, del nuovo iPhone 6. Nella domanda di brevetto, portato alla luce da Mikey Campbell di Appleinsider, afferma che: al fine di garantire al dispositivo robustezza, ma anche protezione dalla luce, il brevetto della società afferma il display sarà realizzato da parti di vetro che vengono unite mediante un processo di fusione.

Questo slideshow richiede JavaScript.

In sostanza, il processo di fusione comporta l’unione di pezzi di strati di vetro per formare un materiale di spessore che può essere portato a qualsiasi forma si desideri. Nella domanda di brevetto, Apple parla di telefoni cellulari, computer e lettori musicali portatili. Apple ha un sacco di altri brevetti legati al vetro come quello per negozi, scale,  ma questo particolare brevetto potrebbe essere trasformato in realtà possibile grazie alla nuova fabbrica di vetro zaffiro di Apple in Arizona. Come illustrato nel video di Marques Brownlee viene mostrato il display in vetro zaffiro antigraffio per il prossimo iPhone 6, Apple è stata in grado di produrre con un materiale sottile come la carta, completamente trasparente e impossibile da graffiare o raschiare con coltelli o chiavi, un magnifico display insomma.

Se questo prototipo funziona davvero, Apple potrebbe prendere in considerazione in realtà la costruzione di uno di questi dispositivi completamente in vetro nel prossimo futuro.

Fonte | businnesinsider

 

iPhone 6: Foxconn prepara nuovi robot per realizzarlo

iPhone 6: Foxconn prepara nuovi robot per realizzarlo

Foxconn si prepara a rafforzare il suo processo di assemblaggio con una nuova linea di robot. L‘amministratore delegato della società che costruisce i modelli di iPhone per Apple ha dichiarato di voler incrementare la linea durante una riunione degli azionisti. Secondo il dirigente della società cinese, Apple sarà la prima azienda a beneficiare del nuovo processo, se il programma verrà portato a termine nei tempi previsti, il prossimo iPhone 6 sarà il primo smartphone ad essere prodotto dalle nuove macchine.

Secondo i programmi della società sono previsti 10.000 robot che costeranno alla società tra 20.000 e i 25.000 dollari, e saranno in grado di produrre circa 300.000 smartphone. Le nuove macchine, secondo alcune voci, devono essere sottoposte soltanto al test finale prima di esere inserite in produzione e precisa il CEO Terry Gou, non saranno disponibili per la vendita ad altre società, perchè Foxconn probabilmente non nea ha abbastanza per soddisfare i propri bisogni.

Foxconn ha recentemente incrementato le assunzioni in preparazione del prossimo iPhone 6 di Apple, saranno 100.000 nuovi lavoratori una cifra davvero importante. Non c’è ancora nessuna dichiarazione ufficiale se questo persone verranno utilizzate per realizzare il nuovo iPhone 6 o per altri scopi. Una notizia che va comunque a contrastare quanto detto prima dalla società sulla realizzazione di nuovi robot per incrementare la produzione.

Fonte | 9to5mac

iPhone 6: nuovo concept con ricarica wireless

iPhone 6: nuovo concept con ricarica wireless

Nuovo concept per il prossimo iPhone 6, potremmo dire l’ennesimo di una lunga serie. Questo nuovo modello ha però qualcosa di diverso rispetto agli altri, il nuovo iPhone 6 Pro, così si chiama il modello nel video, dispone del sistema di ricarica wireless e di una Smart Cover iView. Questo modello è stato progettato da Vishal Bhanushali. iPhone 6 Pro ed è stato sviluppato basandosi sulle ultime notizie condivise in rete.

Con una bordo molto ridotto intorno al display, il concept presenta un profilo ultra sottile, il sistema ricarica wireless e una smart cover chiamata iView dove poter visualizzare molte notifiche. Recenti rumors hanno confermato che il nuovo iPhone 6 sarà lanciato nel mese di settembre, ma va detto che sono solo indiscrezioni e come sempre la certezza ci sarà nel momento in cui Apple fisserà la data del prossimo evento e soprattutto quando lo vedremo tra le mani di Tim Cook.

Ecco il video con la presentazione del concept iPhone 6 Pro:

Fonte | iclarified

Apple iWatch: assunto un dirigente di TAG Heuer

Apple iWatch: assunto un dirigente di TAG Heuer

Qualcosa si sta muovendo in casa Apple per l’uscita del tanto chiaccherato iWatch, molto più di qualcosa viste le ultime notizie che si sono diffuse in rete. Le ultime mosse di Cupertino riguardano la presunta assunzione di un dirigente che lavora nel settore degli orologi. La dichiarazione di JeanClaude Biver, capo della divisione degli orologi di lusso di LVMH non la scia dubbi: il nostro direttore vendite è partito ieri perché ha raggiunto un accordo con Apple per lanciare il nuovo iWatch.

Biver nella sua dichiarazione non ha detto chi sia stato scelto per questo incarico, ma una fonte in contatto con 9to5Mac ha affermato che Apple ha assunto Patrick Pruniaux, vice-presidente di TAG Heuer, responsabile delle vendite e delle vendite al dettaglio. Ma invece di apparire disturbato che la sua società potrebbe subire questo cambiamento del mercato nello stesso modo in cui Apple ha fatto con Walkman di Sony con grazie al suo iPod oltre un decennio fa, Biver sembrava più lusingato che sconvolto per aver perso uno dei suoi top manager delle vendite. Se fosse stato un concorrente diretto, – dichiara Biver alla CNBC – mi sarei sentito un po ‘tradito, ma se va ad Apple, penso che sia una grande esperienza per lui.

Diverse indiscrezione degli ultimi mesi suggeriscono che il nuovo Apple iWatch è già in produzione e che sarà rilasciato nel mese di ottobre, ma la società ha rifiutato di commentare tutte le speculazioni che circondano un possibile dispositivo indossabile. Con l’assunzione di un top manager delle vendite nel settore degli orologi di lusso, Apple ha indirettamente confermato che rilascerà presto qualcosa nella categoria degli smartwatch.

Fonte | mashable