articoli

Lambo: l’app per archiviare gli scontrini

Lambo: l’app per archiviare gli scontrini

Pensando ai diversi pagamenti che facciamo quotidianamente ci siamo sicuramente accorti che stiamo vivendo un periodo dove la maggior parte avvengono ormai utilizzando il bancomat o carta di credito, diventando quindi sempre più digitali. Una cosa però è rimasta ancora nella sua versione classica: la ricevuta e nella maggior parte dei casi è ancora su carta.

Tutto questo alla fine se vogliamo non è un problema, se non ci fosse la garanzia sul prodotto acquistato che per essere valida richiede la data di emissione presente proprio sullo scontrino. Oltre a questo dobbiamo che considerare che la ricevuta in molti casi è stamapta su carta termica, una materiale che nei 24 mesi di durata della garanzia e a rischio di cancellazione. Se poi eravamo convinti di aver messo lo scontrino in un cassetto e quando serve non lo troviamo più, il disastro è completo.

lambo_scontrino

Per correre in aiuto di tutti questi problemi un gruppo di sviluppatori italiani ha creato Lambo, un’app per iOS e Android, un’applicazione che tramite smartphone è possibile per fotografare, classificare e archiviare gli scontrino degli acquisti effettuati sul un cloud a pagamento e averli a disposizione nel caso di necessità. A questo punto il primo dubbio che viene è legato alla validità dell’applicazione e sul fatto che la foto che viene fatta non abbia validità legale. Gli sviluppatori, riguardo a questo punto fanno notare che sulla guida dei diritti dei consumatori, viene suggerito, visto che ha valenza legale, di fare una fotocopia dello scontrino per evitare proprio di perderlo oppure di ritrovarsi con uno scontrino completamente cancellato. Oltre alla copia cartacea ha validità anche la copia digitale e qui entra in gioco Lambo.

L’archiviazione in formato digitale degli scontrini sta sempre più diventando un’esigenza e per esempio l’iniziativa Scontrino Sicuro aiuta proprio in questo, dove il negoziante può archiviare in formato digitale lo scontrino al momento dell’emissione di quello tradizionale. Lambo vuole andare oltre e mettere a disposizione un sistema di archiviazione più completo, permettendo, oltre all’archiviazione degli scontrini fiscali la creazione di sezioni dedicate a multe, bollette, bollettini, utenze varie e tasse, uno strumento molto utile per non dimenticarsi le scadenze e come divevamo perdere le ricevute.

Lambo, scaricabile a questo link, è disponibile in due versioni nell’applicaizone FREE che non permette l’archiviazione e nella versione GOLD che permette il salvataggio sul cloud e la sincronizzazione con altri dispositivi. Questa versione è disponibile a 9,99 euro all’anno. Per chi sceglie inizialmente la versione FREE avrà a disposizione per 60 giorni la versione completa.

Fonte | iphoneitalia

A Simple #CoffeeBreak – The last week #4

A Simple #CoffeeBreak – The last week #4

Eccoci qua con A Simple CoffeeBreak – The last week, il solito appuntamento di inzio settimana dove raccogliamo tutto quello che abbiamo pubblicato la scorsa settimana.  Non sono stati gli argomenti trattati negli scorsi giorni, ci siamo principalmente soffermati su un argomento in particolare che nei giorni successivi alla pubblicazione si è rivelata una bufala. Verificati le fonti e l’attendibilità della notizia abbiamo pubblicato una rettifica. Nei giorni successivi abbiamo parlato dell’avvenieristo Project Ara di Google e del suo smartphone componibile e infine di uno specchio che realizza i selfie in automatico, giusto per rimanere in tema con il nostro argomento principale della settimana.

Buona lettura e soprattutto buona settimana a tutti!!

 

 

 

 

Amazon: pubblicati i risultati nel 2013

Amazon: pubblicati i risultati nel 2013

Amazon ha rilasciato alcune cifre riguardanti gli acquisti fatti sul proprio sito nell’anno appena passato, pubblicando dati davvero impressionanti a riguardo. I volumi di vendita dell’azienda nel cordo del 2013 sono davvero enormi.

L’azienda ha infatti rivelato che nel corso del 2013 sono stati venduti più di 1 miliardo di articoli considerando il canale principale con vendita diretta Amazon e tutte le società che ne sfruttano il servizio. Quesa cifra davvero importante va poi trasformata in miliardi di dollari di vendite. Amazon, nel complesso, ha più di 2 milioni di venditori, che hanno contribuito ad incrementare il numero di ordini. Per fare un confronto su Cyber, ​​Lunedi sono stati ordinati 13 milioni di articoli sono stati ordinati in tutto il mondo.

Insieme al numero di articoli aumentati Amazon ha visto anche aumentare del 65% anno dopo anno che sfruttano i canali dell’azienda americana per non sfruttare i vantaggi che mette a disposizione come la spedizione gratuita, le esportazioni più semplici e Amazon Prime.

Fonte | thenextweb