Linkedin aggiorna Chi ha visitato il tuo profilo

Non sarebbe bello se solo con l’aggiunta di una foto o con la condivisione di un vostro articolo nella rete LinkedIn il tuo profilo diventasse più visibile? Non sarebbe fantastico ottenere maggiori opportunità professionali? Il blog Linkedin, sull’ultimo post condiviso, ci fa queste domande perchè da oggi queste possibilità di maggiore visibilità e possibili oppurtunità lavorative saranno disponibili grazie ad un nuovo aggiornamento. Linkedin presenta infatti la nuova impostazione grafica della sezione “Chi ha visitato il tuo profilo” mettendo a disposizione dell’utente maggiori infomazioni per gestire in maniera ancora più completa il profilo profesisonale.

Per esempio se alcune persone che lavorano come reclutatori visitano la vostra pagina, LinkedIn ci segnalerà queste visualizzazioni mettendo in evidenza questo dato. Prima, gli utenti potevano vedere solo quante volte il profilo era stato visitato, con il nuovo aggiornamento avremo infomazioni più dettagliate. In aggiunta ai nuovi strumenti di analisi, gli utenti potranno riceveranno anche una serie di consigli su come aumentare la visibilità. Linkedin per esempio metterà a disposizione suggerimenti su membri dello settore in cui lavorano. Un suggerimento potrebbe essere l’aggiunta di una determinata competenza oppure di unirsi a un gruppo in particolare.

WVYP_New

Un modo davvero semplice per ottenere più visualizzazioni è quello di aggiungere la foto del profilo. Inserendola la visibilità aumenta di  11 volte rispetto a quelli senza foto, secondo post sul blog della società. Gli utenti che hanno invece il profilo LinkedIn Premium ricevevano già alcune di queste informazioni, ma la nuova versione gli metterà a disposizione dati ancora più approfonditi.

Un nuovo aggiornamento per linkedin che oltre alla funzione di blocco degli utenti, inserisce questo nuovo aggiornamento interessante per un controllo più completo dei dati. In Italia l’aggiornamento non è ancora visibile ma secondo quanto comunicato sarà questione di poco e tutte le lingue verranno aggiorante.

Fonte | blog linkedin