drone

Apple Campus 2: nuove riprese da un drone

Apple Campus 2: nuove riprese da un drone

Nuovo volo di un drone su quello che diventerà Apple Campus 2, il nuovo quartier generale di Tim Cook e di tutti i suoi dipendenti. La ripresa aerea fa vedere che le cose si stanno muovendo tutto inizia ad avere una forma, le fondamenta fanno capire quale sara la forma definitiva di questo gigantesco edificio che diventerà il centro di tutte le attività Apple nel futuro.

Ecco i lavori di Apple Campus 2 nel video pubblicato da 9to5Mac e realizzato da Myithz:

Nixie: il drone per fare i selfie aerei

Nixie: il drone per fare i selfie aerei

Questo piccolo prototipo potrà effettuare degli autoscatti da un nuovo punto di vista. Vi starete chiedendo a questo punto di cosa stiamo parlando vero? Questa affermazione è riferita ad un nuovo progetto ancora in fase di sviluppo realizzato da Christoph Kohstall, candidato al dottorato presso la Stanford University. Il suo nuovo progetto si chiama Nixie, e potrebbe diventare il prossimo grande cambiamento nel mondo delle riprese video e dei selfie, tanto di moda in questo momento.

nixie2

Nixie è un piccolo drone indossabile con fotocamera integrata e fasce pieghevoli che si attaccano al polso come un normalissimo braccialetto. Ma come funziona? Con un semplice gesto, Nixie si sgancia dal polso volando in aria, scatta la tua foto mentre è in volo, ritornando poi nella sua posizione iniziale come un boomerang. Nixie sarà sicuramente utile in contesti dove i fotografi non potranno scattare foto dall’alto, oppure riprendere un’arrampicata o semplicemente scattare un semplice selfie. Nixie, attualmente ancora in fase di sviluppo, è uno dei finalisti alla Intel’s Make It Wearable Challenge, una competizione per sviluppatori impegnati nella creazione di nuove tecnologie per i dispositivi indossabili.

Ecco il video di presentazione di Nixie, nelle immagini si vede chiaramente l’utilizzo e le potenzialità che questo braccialetto-drone può avere in tante applicazioni:

Fonte | businessinsider

FAA: approvato l’utilizzo dei droni per le riprese cinematografiche

FAA: approvato l’utilizzo dei droni per le riprese cinematografiche

Oggi, la Federal Aviation Administration (FAA) ha annunciato che permetterà l’uso del di veicoli aerei senza equipaggio (UAV) su alcuni set cinematografici statunitensi. Secondo la FAA, questo è il primo passo per consentire all’industria cinematografica e televisiva l’utilizzo di sistemi aerei senza pilota (UAS) nello spazio aereo degli Stati Uniti. Una precedente decisione della FAA vietava l’uso commerciale dei droni, ma recentemene l’agenzia sta sempre più autorizzando delle eccezioni perché un certo numero di aziende (come Amazon) interessate all’utilizzo dei droni nel settore commerciale.

La Motion Picture Association of America (MPAA) aveva esercitato delle pressione per ottenere una deroga sul divieto, che grazie al cambiamento delle regole le aziende di produzione cinematografica potranno utilizzare droni per le riprese riprese aeree in alternativa ad elicotteri ed aerei. L’esenzione non significa che l’industria cinematografica avrà piena libertà – spiega Jesse Kallman, Business Development and Regulatory Affairs presso l’azienda Airware – La MPAA e i suoi operatori associati è stata si esentata da alcuni divieti, ma deve chiedere l’approvazione operativa per poter lavorare in determinate aree specifiche – conclude Kallman. Questa decisione della FAA, potrebbe essere secondo molti, l’inizio dell’utilizzo dei droni in moltissime applicazioni.

Fonte | venturebeat

Apple Campus 2: i lavori visti da un drone

Apple Campus 2: i lavori visti da un drone

Sta prendendo forma il nuovo campus astronave di Apple. Per curiosare l’avanzamento dei lavori uno Youtuber utilizzando un drone dotato di GoPro, ha fatto un giro sopra il mega cantiere della nuova sede della mela. Alcuni mesi fa abbiamo visto alcune foto aeree del sito dove stavano iniziando i lavori e a prendere forma il Campus 2, ma questo sono di gran lunga più interessanti.

Come potete vedere nel video, la fondazione per la costruzione delle pareti circolari è in lavorazione, e forma del campus sta cominciando a diventare più visibile. Campus 2 è stato uno degli ultimi grandi progetti seguiti da Steve Jobs che per la nuova e futuristica sete aveva reclutato il leggendario architetto Norman Foster. Il nuovo edificio avrà intorno una serie di servizi per i dipendenti come i giardini, chilometri di piste ciclabili, una palestra, un parcheggio sotterraneo e un teatro sotterraneo per ospitare gli eventi. Campus 2 diventerà il centro per migliaia di dipendenti Apple dove potranno, grazie a questa struttura futuristica, lavorare insieme nelle migliori condizioni possibili.

Fonte | cultofmac

Hoverbike: ecco la prima bicicletta volante

Hoverbike: ecco la prima bicicletta volante

Mai pensato di far volare una bicicletta e magari percorrere un tratto di strada fluttuado? Come per esempio succedeva nel film ET l’extraterrestre? Il team di Malloy Aeronautics, una società londinese, sta tentando di realizzare proprio questo, un veicolo delle dimensioni di una bicicletta in grado di trasportare una persona. Il progetto Hoverbike, questo il nome del velivolo, è stato recentemente avviato su Kickstarter per raccogliere fondi superando la richiesta di finanziamento iniziale di 30000 sterline, raggiungendo la cifra di circa 48000 sterline.

A tutti i finanziatori del progetto verra inviato in omaggio un gadget anche con una cifra minima di 3 sterline, nel momento in cui poi si offriranno 595 sterline la Malloy Aeronautics invierà in omaggio una versione di Hoverbike in scala 1/3. Quello che inizialmente un normalissimo drone è stato trasformanto in un velivolo che ha ancora tanta strada fare come vedete nel video, ma come potete vedere nel video le premesse di un progetto davvero interessante ci sono tutte. A questo punto il progetto raggiunto il suo obbiettivo di non resta che aspettare per veder su strada Hoverbike, quella che potrebbe essere la prima bicicletta volante. Nel frattempo ecco il video dove si possono vedere i primi test effettuati su Hoverbike.

Fonte | engadget

Amazon Prime Air: iniziano i test

Amazon, quando aveva mostrato i suoi droni del programma, Amazon Prime Air, le macchine volanti che un giorno potrebbero consegnare i pacchi a casa tua, era stata presa in giro soprattutto perchè era visto come una notizia per fare marketing in quanto Amazon anche perchè la societa non può farlo adesso a causa della mancanza delle leggi che lo regolamentano. La notizia che potrebbe trasformare una cosa che aveva dell’impossibile in possibile riguarda la Federal Aviation Administration (FAA), che sta per iniziare a lavorare sulle leggi che potrebbo presto rendere Prime Air a traformarsi in realtà.

La FAA ha annunciato Lunedi che inizierà la sperimentazione di sistemi aerei senza pilota UAS, conosciuti meglio come droni, in Nevada, nel tentativo di lavorare per la loro integrazione nello spazio aereo degli Stati Uniti. Il Nevada è sempre stato in prima linea per le prove di volo aerospaziale per quasi 70 anni – ha dichiarato il Segretario ai Trasporti Antonio Foxx Lunedi – oggi, continuiamo quella tradizione contribuendo alla integrazione sicura ed efficiente dei velivoli senza pilota nel sistema aeronautico degli Stati Uniti.

I test si svolgeranno a Mercury in Nevada nell’aeroporto privato Desert Rock Airport, e verranno effettuati voli a 3.000 metri d’altezza. I primi voli saranno effettuati per verificare se il drone UAS può funzionare in sicurezza – ha spiegato la FAA. Sono molte le prove che devono essere fatte per capire il funzionamento di questo velivolo, compresa la definizione delle regole per i modelli senza pilota – conclude. Il Nevada nonè l’unico stato che ha un sito per la prova dei droni, altri cinque hanno ricevuto l’ok per effettuare i test e sono il Texas, il North Dakota, l’Alaska, New York e la Virginia. Attendiamo novità a riguardo.

 

Fonte | tecnobuffalo