grafico

Statistica: passiamo più tempo online con smartphone e tablet?

Statistica: passiamo più tempo online con smartphone e tablet?

Vi siete mai chiesti percè Google ha investito molto su Android? Perchè tutta questa decisione nel far suo il sistema operativo per smartphone? Una nuova staistica realizzata da Statista potrebbe rispodere a questa domanda. Con l’arrivo dei dispositivi portatili come smartphone e tablet, il tempo online dell’utente davanto ad un computer desktop o laptop è drasticamente diminutito lasciando spazio ai device di ultima generazione.

Oltre a tutto questo, osservando il grafico possiamo notare che ance il tempo di utilizzo di internet è aumentato, grazie sicuramente alla maggiore facilità di accesso alla rete avendo sempre a disposizione un dispositivo con la connessione ad internet.

Ecco il grafico di Statista che mette a confronto l’utilizzo di internet nel dicembre del 2010 confrontandolo con lo stesso nello stesso mese del 2013. A questo punto è giusto chiedersi: quanto tempo passiamo online? L’arrivo dei dispositivi mobili come ha influito sulla nostra vita quotidiana?

20140403_online-time

Fonte | businnessinsider

L’utilizzo di Twitter dipende dallo stato d’animo?

L’utilizzo di Twitter dipende dallo stato d’animo?

Come utilizziamo Twitter quando siamo felici, quando siamo tristi oppure in ritardo per andare al lavoro? Twitter ha pubblicato proprio in questi giorni alcuni grafici che ci fanno vedere come sfruttiamo il servizio di microblog in funzione dello stato d’animo.

Il social ha voluto pubblicare quattro stati d’animo e relativi grafici mettendo in evidenza con una scala di colori quando si è felici, quando si è tristi, quando si hanno postumi di una sbronza (uno stato d’animo particoalre dobbiamo dire) e in ritardo al lavoro. I dati sono stati rappresentati in funzione del mese e del giorno della settimana facendo riferimento ai tweet in lingua inglese dal 2013.

Alcuni dei risultati erano ovviamente prevedibili come nel caso dei tweet che vengono inviati quando si è in ritardo per andare al lavoro dove incide il giorno della settimana. Interessante notare i tweet tristi che sono maggiori nel mese di dicembre, forse per colpa del clima cupo o per essere lontano dalla famiglia per le vacanze. Ci sono altri fattori che possono influenzare i tweet come il martedì nel mese di dicembre è un giorno in cui sentono felici, non a caso infatti la vigilia di Natale e Capodanno erano entrambi un martedi di dicembre nel 2013.

Ecco i grafici Twitter:

Twitter-Feel-Happy

Twitter-Feel-Sad
Twitter-HUngover Twitter-Late-for-WorkFonte | mashable

Vendite tablet: ecco le previsioni per il 2015

Vendite tablet: ecco le previsioni per il 2015

Il mercato dei tablet sta guadagnando molto in questi anni e a farne le spese sono i fidati “vecchi computer” sia che parliamo di laptop che di desktop. Come si evolverà a questo punto il mercato nei prossimi anni? Lo sviluppo così rapido di questi dispositivi influenzerà le vendite? Nel mercato americano il 42% possiede un tablet, cifra davvero importante.

La società di market intelligence IDC ha diffuso un grafico con le previsioni sul mercato di questi dispositivi in prospettiva 2015 considerando le vendite di PC e tablet, l’analisi effettuata fa notare quello che forse tanti si aspettavano di vedere: i tablet supereranno le vendide dei PC entro il prossimo anno, anche se il tasso di crescita del mercato dei tablet sta rallentando, le vendite di PC stanno rallentando molto di più.

Il grafico seguente, creato da Statista, mostra l’andamento passato delle vendite e come probabilmente saranno suddivise le vendite nel 2014

2014_03_06_Tablets

Fonte | mashable

Ecco i primi 10 investitori su Kickstarter

Ecco i primi 10 investitori su Kickstarter

Kickstarter superato lunedi 1 miliardo di dollari di soldi raccolti per i suoi innumerevoli progetti. Più della metà dei quali è stato promesso solo lo scorso anno. Più di 5,7 milioni di persone hanno sostenuto i progetti creativi sul sito di crowdfunding provenienti da 224 paesi di tutti i continenti.

Lo stato con più sostenitori di Kickstarter sono ovviamente gli Stati Uniti che hanno investito 663.320.000 dollari, al secondo posto molto distaccato il Regno Unito con 54.430 mila dollari, seguito dal Canada con 44.910 mila dollari.

Il grafico seguente, creato da Statista, illustra i primi 10 stati che hanno investito su Kickstarter:2014_03_04_Kickstarter