Facebook apre l’iscrizione con soprannome, ma adesso cosa succederà?

Presto sarà possibile registrarsi su Facebook utilizzando un soprannome oppure uno pseudonimo. L’annuncio è stato dato da Alex Shultz, uno dei manager del social numero uno al mondo, all’interno di in una lettera indirizzata alle organizzazioni per i diritti civili. Un cambio di tendenza di Facebook che permetterà quindi maggiore flessibilità eliminando di fatto l’obbligo di registrarsi con il proprio nome. Al termine di un anno in cui Facebook ha ricevuto molte lettere di protesta per una policy giudicata discriminatoria permetterà quindi di utilizzare nomi di fantasia.

I primi test, comunica la società, partiranno nel mese dicembre e saranno due le modifiche che verranno inserire. La prima sarà nell’area delle informazioni personali dove Facebook implementerà un campo dove l’utente potrà spiegare il perchè della scelta di determinato nome di fantasia, così da far capire meglio la situazione al team di Facebook tutelando chi deciderà di utilizzare uno pseudonimo. L’inserimento delle motivazioni limiterà inoltre la segnalazione di un profilo con falso nome, scoraggiando quegli utenti che abusano dello strumento di segnalazione di un profilo.

Alex Shultz, al di là di questo cambiamento della policy Facebook, ha voluto ricordare a tutti gli utenti l’importanza di utilizzare il nome con cui siamo conosciuti. Facebook deve rimanere un ambiente sicuro e il rischio di dover bloccare in futuro account anonimi creati con fini poco corretti esiste. Le molestie online, gli atti di bullismo, le frodi sono all’ordine del giorno e la possibilità di utilizzare uno pseudonimo potrà portare a rischi e pericoli che prima erano limitati.

La scelta di Facebook è giusta? Maggiore flessibilità nell’inserimento del nome quali vantaggi porterà? Chi si sentiva discriminato, perchè non poteva crearsi una vita virtuale parallela, sicuramente non potrà lamentarsi di questa novità, ma tutti gli altri? Gli account fake esistevano e continueranno ad esistere non c’è dubbio ma questo non sarà una possibilità in più per incrementare questo pericolo? Certo Facebook chiede agli utenti di utilizzare il nome vero e nel caso in cui mettano il soprannome di scrivere una motivazione ma quelli che lo fanno con secondi fini? Non voglio essere disfattista, pessimista o peggio ma come spesso dico è imporante fermarsi e capire quali sono i pro e i contro di questa scelta.