iWatch

Apple iWatch: ecco quando sarà commercializzato

Apple iWatch: ecco quando sarà commercializzato

A seguito di un rapporto appena pubblicato da ReCode, Apple annuncierà il suo dispositivo indossabile, che secondo varie indiscrezioni si chiamerà iWatch, insieme ai nuovi iPhone 6 durante l’evento in programma il 9 di settembre. Il nuovo dispositivo a differenza di quanto tutti si aspettavano non sarà però disponibile quest’anno. Ma allora quando potremo avere al polso i tanti atteso dispositivo indossabilo? Non è ancora chiaro, ma sarà improbabile vederli in vendita entro l’anno, le ultime notizie parlano dell’estate 2015.

A maggiore conferma di questo ritardo, anche l’analista Ming-Chi Kuo di KGI Securetis ha pubblicato un rapporto dove spiegava che il nuovo Apple iWatch sarà commercializzato nel 2015. Cosa aspettarsi dal prodotto indossabile di Apple? 9to5Mac ha riferito ampiamente che i prossimi dispositivi si concentreranno su fitness e sul monitoraggio della salute e grazie al app HealtKit e al nuovo iOS 8 che metterà in comunicazione tutti i dispositivi Apple.

Fonte | 9to5mac

Apple: ecco il dream team per i dispositivi indossabili

Apple: ecco il dream team per i dispositivi indossabili

In un’azienda come Apple, che non diffonde nessun tipo di informazione sulle sue attività, uno dei pochi modi per capire cosa sta progettando per il futuro è quello per esempio di vedere chi sta assumendo. Osservando i nuovi arrivati a Cupertino nell’ultimo anno è possibile capire la linea scelta: costruire un dream team per lo sviluppo e la vendita di dispositivi indossabili con un tocco fashion. L’elenco pubblicato da Morgan Stanley parla di 17 assunzioni tra cui 9 per il settore e medico e come detto per i dispositivi indossabili.

Questi dati non sono tutti i movimenti societari fatti da Apple negli ultimi mesi, ma fanno capire bene quello che Cupertino vuole fare in futuro. Leggendo l’elenco pubblicato due assunzioni sono fondamentali, quelle di due ex dipendenti Nike: Jay Blahnik e Ben Shaffer. Entrambi sono stati fondamentali nella realizzazione del FuelBand, progetto attualmente chiuso. L’altra parte di assunzioni riguarda il settore medico con dottori che sono stati inseriti per ricerche sul sangue, sul sonno e sulla respirazione, persone che verranno utilizzate per sviluppare HealthKit collegato al futuro iWatch.

 

fashion dream team - apple

Dal settore della modo Apple si era già assicurata l’ex CEO di Burberry, Angela Ahrendts, successivamente è stato assunto Paul Deneve da Yves Saint Laurent per seguire i progetti speciali. Acquisita Beats altro elegante indossabile ha trasformato in dirigenti Apple Jimmy Iovine e Dr. Dre. Un rapporto pubblicato l’estate scorsa ha messo in evidenza che Apple stava effettuando una serie di assunzioni aggressive per il nuovo iWatch, si parla infatti di 100 nuovi ingegneri impiegato sul progetto. La recente accellerazione della società nella acquisire nuovi dipendenti ci fa ovviamente pensare che ci sono prodotti in cantiere in casa Apple a conferma della lunga serie di brevetti depositati proprio per il settore dei dispositivi indossabili. Eddy Cue, VP senior di Apple ha recentemente affermato che il pacchetto di prodotti che arriverà questo autunno è il migliore che ha visto nei suoi 25 anni  di permanenza a Cupertino.

Fonte | cultofmac

 

iTime: un brevetto per il nuovo Apple iWatch?

iTime: un brevetto per il nuovo Apple iWatch?

Un nuovo brevetto è stato concesso ad Apple dalla Patent and Trademark Office degli Stati Uniti per un dispositivo chiamato iTime, che potrebbe rivelare quello che potremo molto probabilmente vedere nel futuro smartwatch sviluppato da Cupertino. Le tante inscrezioni dicono che si chiamerà iWatch ma visto il nome del dispositivo che Apple ha brevettato siamo sicuri che si chiamerà ancora così? iTime è un dispositivo indossabile che riconosce i gesti sia del braccio e del polso grazie a dei sensori all’interno del cinturino. Queste caratteristiche potrebbero quindi consentire agli utenti di rispondere a una chiamata in arrivo muovendo semplicemente il polso. In uno degli schemi del brevetto è possibile notare che il dispositivo può essere separato dal cinturino e utilizzato come lettore portatile.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Come possiamo vedere il display è di forma quadrata a differenza del SmartWatch Moto 360 e ricorda molto la versione di iPod nano asseblabile ad un cinturino, vengono però elencati i componenti presenti: accelerometri,  moduli GPS, radio Wi-Fi e il feedback tattile. Il brevetto, pubblicato da Apple Insider, mette in evidenza che le sincronizzazioni con iPhone, iPad e altri computer andranno a creare personal wireless environment, un ambiente wirelesse per ogni utente. Il dispositivo dovrebbe disporre di un display AMOLED flessibile con copertura in vetro zaffiro, diventando il primo dispositivo a montare questo tipo di tecnologia. Complicanze correlate alle dimensioni ridotte il nuovo iWatch sarà un dispositivo completamente impermeabile con una versione di iOS ridisegnato per uno schermo più piccolo, che porteranno l’uscita dello smartwatch Apple più tardi di quanto potevamo pensare.

Fonte | mashable

Apple acquista i micro-LED di LuxVue

Apple acquista i micro-LED di LuxVue

Apple ha confermato in queste ore di aver acquisito LuxVue, una società che realizza micro-led display a basso consumo. I motivi di questo acquisto non sono ancora stati specificati da Cupertino ma a quanto pare la tecnologia che dispone la nuova acquisita potrebbe essere utilizzata per prolungare la durata della batteria dei nuovi dispositivi. TechCrunch, sito di tecnologia, riporta che LuxVue verrà inserita nella sezione delle innovazioni hardware. Mentre il prossimo iWatch potrebbe beneficiare di un display a basso consumo, la nuova tecnologia acquisita potrebbe aiutare tutti i dispositivi mobili della mela.

La breve durata della batteria è ancora uno dei problemi che affligge tutti gli smartphone. LuxVue, che dispone di una tecnologia davvero interessante che era avvicina ad una collaborazione per la realizzazione dei nuovi display della prossima generazione dei Google Glass. Naturalmente, essendo stata acquistata da Apple i possibili piani per il futuro cambieranno. Apple conclude quindi il ventiquatresimo acquisto di un azienda negli ultimi 18 mesi.

Fonte | thenextweb

Apple iOS 8 concept: ecco come sarà

Apple iOS 8 concept: ecco come sarà

Il prossimo iPhone 6 si avvicina e con lui anche la prossima release del sistema operativo Apple iOS 8. Un nuovo concept video realizzato TechRadar presenta quello che probabilmente Apple presenterà nel mese maggio nella nuova versione di iOS. La versione 8 del sistema operativo di Cupertino metterà a disposizione degli utenti nuove applicazioni native, come per esempio Anteprima, TextEdit e Tips (Suggerimenti). Novità importante in questa release solo le funzionalità per l’utilizzo del nuovo iWatch, che arriverà entro fine anno.

Nel filmato realizzato da TechRadar possiamo vedere oltre alle nuove app anche la nuova schermata notifiche. Apple dovrebbe svelare iOS 8 al WWDC,  in programma il 2 giugno.

Fonte | idownloadblog

iWatch Apple ricarica in movimento

iWatch Apple ricarica in movimento

Quando Apple svelerà il suo iWatch, ci sarà una forte attenzione verso questo dispositivo, secondo gli esperti infatti il mercato degli orologi intelligenti riceverà una grossa scossa grazie a Cupertino. Nel frattempo però molte sono le voci che si susseguono su come sarà il prossimo orologio della mela. In questi ultimi giorni si sta parlando molto del suo sistema di ricarica, ma vediamo di cosa si tratta.

Secondo il New York Times, Apple starebbe sviluppando un sistema di ricarica senza dover collegare per forza il dispositivo ad una presa di corrente. L’utilizzo della ricarica induttiva è stata inserita negli smartphone lo scorso anno, nel Google Nexus 4 e Nokia Lumia 920 e non ha portato molto interesse. Apple, scarta questa ipotesti, sta valutando un’altra strada, inserire nel suo iWatch la ricarica del dispositivo mediante i movimenti del polso. In parole povere questo principio trasformerebbe l’energia generata dal momvimento del polso in ricarica per l’orologio. Alcuni modelli di orologi che possiamo definire tradizionali montano già una tecnologia simile e non richiedono il cambiamento della batteria dopo un certo periodo di tempo.

Una seconda valutazione che l’azienda sta sviluppando è la possibilità dell’inserimento di uno piccolo pannello solare sotto il display del dispositivo, anche questa già presente nei normali orologi che utilizziamo quotidianamente. I presupposti sono sicuramente interessanti ma come risponderà il mercato a questo dispositivo? Samsung non ha avuto un enorme successo perchè molti sono i dubbi inerenti a questo dispositivo forse troppo nuovo o forse non molto utile nella nostra vita quotidiana.

Fonte | engadget