La Cina vieta Windows 8 sui nuovi computer governativi

Windows 8, il tanto chiaccherato sistema operativo di Microsoft, siamo sinceri non conquistato tutti e ancora oggi molti sono scettici sulla sua funzionalità a causa delle scelte discutibili fatte dalla società. L’ennesima notizia sul prodotto Microsoft arriva in queste ore dalla Cina, dove lo stato, in un avviso pubblicato alla fine della scorsa settimana, ha vietato l’installazione di Microsoft Windows 8 sui nuovi computer governativi. L’agenzia statale Xinhua ha recentemene dichiarato che la scelta è legata alla sicurezza del sistema e di garantire che in futuro lo stato non sia lasciato senza aggiornamenti di sicurezza, come è appena successo con la chiusura di Windows XP .

Windows XP è ampiamente usato in Cina, il 70 del paese utilizza questo sisema operativo Microsoft ha dichiarato che continuerà ad aggiornare i suoi prodotti per garantire la sicurezza fino al 14 luglio 2015, ma ha anche comunicato che il sistema operativo non è più completamente sicuro. Il governo cinese davanti a tutto questo non si sente al sicuro e ha paura di dover affrontare gli problemi di sicurezza simili con Windows 8 in futuro, quando Microsoft deciderà di chiudere anche questa versione.

Per questo Xinhua sta pensando di cambiare completamente sistema e sviluppare un proprio sistema operativo basato su Linux. Questo sarà senza dubbio è un duro colpo per Microsoft, anche se riguarda solo i computer del governo, perchè la società sta attualmente investendo molto nelle imprese cinesi e questa decisione potrebbe essere una cattiva immagine per il colosso americano. 

Fonte | thenextweb