mashable

Mai pensato di utilizzare il monitor in verticale?

Mai pensato di utilizzare il monitor in verticale?

Pensare di sedersi su una sedia al contrario, utilizzare una racchetta da tennis come chitarra sono modi di vedere le cose in maniera molto originale, dando a quei determinati oggetti di uso quotidiano pensando che possono essere utilizzati in molto alternativo o meglio originale. A questo punto viene da chiedersi: e se girassimo il monitor in verticale? Potrebbe migliorare la nostra lettura dei vari siti che consultiamo?

Pensando ai nostri utilizzi classici, siamo un popolo che nella maggior parte dei casi ha una cultura che del tipo da sinistra a destra. Gli artisti di tutte le epoche hanno dipinto da sinistra a destra, la maggior parte delle persone scrive da sinistra a destra, ma se osserviamo internet in quale direzione si è sviluppato? Con l’inserimento di certi accessori, il web ha cominciato a crescere in verticale e oggi questa logica è presente praticamente su tutti i siti. Perchè se si dispone di un mouse con rotella di scorrimento il gioco è fatto.

Allora a questo punto il dubbio comincia a prendere forma e ci si chiede: perchè non girare il monitor di 90 gradi per aumentare lo spazio visibile di un sito? Un giornalista di Mashable, ha voluto testare su se stesso questo modo di utilizzare un monitor e i risultati sono stati interessanti. Nella prova che ha messo in pratica ha prese il suo monitor da lavoro, un HP LV2311 da 22 pollici e lo ha ruotato di 90° notando che  in ogni sito era meglio con la visualizzazione in verticale, ottenendo queste visualizzazioni interessanti:

HP_Monitor-1

Osservando l’immagine, possiamo vedere che gli spazi bianchi sono completamente spariti e sfruttando un punto di vista verticale avremmo davanti una pagina di giornale intera. Ma i vantaggi non sono solo nella navigazione web, Jason Abbruzzese ha trovato altri vantaggi interessanti. Per quanto riguarda la scrittura per esempio, è possibile vedere la maggior parte della pagina durante la scrittura così da poter tornare indietro velocemente per vedere cosa è stato scritto in precedenza. Avremmo davanti una visione più completa del testo che stiamo scrivendo.

Altro vantaggio fa notare Jason, è la possibilità di sovrapporre in verticale le finestre invece di affiancarle perchè lo ritiene molto più comodo e più pratico, utilizzandolo orizzontalmente ne aprirebbe molte meno. Una funzionalità che potremmo dire abbastanza soggettiva che varia in funzione del metodo di lavoro che ognuno di noi ha. Ovviamente ci sono anche i contro a questo utilizzo originale perchè per esempio la parte superiore dello schermo è troppo in alto la parte inferiore non viene molto sfruttata. Ma ci sono un sacco di applicazioni che non vanno d’accordo con questa rotazione come l’editing audio e video, i video games a meno che non si stia giocando a Tetris.

La prova che Jason ha fatto è sicuramente interessante per determinate applicazoni ma non per altre, come è giusto che sia, ma non c’è dubbio che questa rotazione possa essere resa standard in determinate applicazioni dove un monitor verticale ci permetterà di scorrere meno verso il basso e di avere davanti agli occhi un’ immagine più di insieme di un documento oppure di un sito di notizie.

Ecco una foto condivisa da Jason di come potrebbe essere visualizzato il New York Times:

nyt-wide

Screen-Shot-2014-03-13-at-12.41.06-PM

Fonte | mashable

Ecco i primi 10 investitori su Kickstarter

Ecco i primi 10 investitori su Kickstarter

Kickstarter superato lunedi 1 miliardo di dollari di soldi raccolti per i suoi innumerevoli progetti. Più della metà dei quali è stato promesso solo lo scorso anno. Più di 5,7 milioni di persone hanno sostenuto i progetti creativi sul sito di crowdfunding provenienti da 224 paesi di tutti i continenti.

Lo stato con più sostenitori di Kickstarter sono ovviamente gli Stati Uniti che hanno investito 663.320.000 dollari, al secondo posto molto distaccato il Regno Unito con 54.430 mila dollari, seguito dal Canada con 44.910 mila dollari.

Il grafico seguente, creato da Statista, illustra i primi 10 stati che hanno investito su Kickstarter:2014_03_04_Kickstarter