microsoft

Google Now, Siri, Cortana: la sfida

Google Now, Siri, Cortana: la sfida

Google Now, Apple Siri e Microsft Cortana, i assistenti vocali dei tre sistemi operativi più diffusi tra i dispositivi mobile, ma qual è il migliore nel rispondere a normalissime domande? Recentemente, la il team di Stone Temple Consulting ha voluto mettere a confronto le tre piattaforme sottoponendoli ad un test con 3.086 domande che richiedevano risposte dirette. I risultati della prova possono essere sicuramene discutibili e sottoposti a varie valutazioni, ma aver sottoposto oltre 3.000 domande, tutti a voce, fornisce una quantità considerevole di dati per poter fare quindi una buona valutazione.

voice-google-siri-cortana-global-comparison-2

Secondo i risultati ottenuti Google Now ha data i risultati migliori, con Siri di Apple al secondo e Cortana di Microsoft staccato al terzo posto. Per capire come il team ha efffettuato il test ecco un video dove viene spieagato tutto nel dettaglio:

Fonte | 9to5google

Nokia Here Maps: il ritorno su iOS

Nokia Here Maps: il ritorno su iOS

Nokia, dopo le innumerevoli vendite di alcune divisioni dell’azienda a Microsoft, ha deciso di mantenere il controllo di alcuni dei servizi più apprezzati, come per esempio il servizio mappe, Nokia HERE Maps, uno dei più popolari servizi di mappatura utilizzati dagli smartphone Windows Phone. L’app disponibili anche per altri sistemi operativi, poco meno di un anno fa, la versione per iOS è stata ritirata dal mercato, ma oggi Nokia ha confermato che ci sarà quasi certamente un ritorno.

La storia è stata questa: nel dicembre dello scorso anno Nokia ha affermato che stava ritirando l’applicazione a causa dei radicali cambiamenti che iOS 7 ha portato in tutti i cellulari . Poco tempo dopo la società ha ammesso che questi cambiamenti hanno “danneggiano l’esperienza degli utenti. Il racconto ora volge al meglio perchè Nokia SVP Sean Fenback ha confermato al Wall Street Journal che, anche se il primo lancio di Here Maps su iOS è andato terribilmente male, una nuova applicazione è attualmente in fase di elaborazione e sarà lanciato entro la fine di quest’anno. Nokia HERE Maps nel frattempo si sta anche facendo la strada verso Android per gentile concessione di Samsung, quindi la sua portata sarebbe davvero cross-platform entro la fine del 2014.

Fonte | ubergizmo

Windows 9: nuovi screenshot condivisi in rete

Windows 9: nuovi screenshot condivisi in rete

La scorsa settimana vi avevamo parlato di quello che potrà essere il nuovo Windows 9 di casa Microsoft e dell’ormai certo ritorno del menù start. In queste ultime ore, nuove foto e nuove immagini, considerate molto attendibili sono state diffuse in rete da MyCe. Le immagini confermano quanto detto, il desktop subirà un importante cambiamento tornando in un certo senso al passato ritornando ad essere mouse compatibile. Il nome in codice del progetto è Threshold che il colosso americano modificherà alla presentazione chiamandolo Windows 9.

Rispetto a quanto visto nel mese di aprile il nuovo menù start non è cambiato molto ma, osservando bene gli screenshot possiamo notare una serie di applicazioni “Metro-style”, che sono state inserite accanto ai comandi tradizionali. The Verge, fonte da cui abbiamo preso il posto dichiara che gli screenshot sono attendibili e aggiunge in alcune versioni in fase di sviluppo di Windows 9 il menu Start si espande su tutto lo schermo diventando come l’attuale schermata di avvio che troviamo su Windows 8.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Una seconda immagine condivisa fa capire invece che Microsoft sta pensando di inserire le app Metro-style, che in Windows 8 sono sul desktop, di inserirle nella finestra del menù start, mantenendo comunque la vesione fullscreen. La riprogettazione di questa parte è un punto essenziale per i piani di Microsoft per la prossima versione di Windows 9, per renderlo come dicevamo, mouse e tastiera compatibile. Microsoft prevede di lanciare Windows Threshold, che diventerà il nuovo Windows 9, nei primi mesi del 2015.

Fonte | theverge

 

 

 

Windows Phone 8.1 finalmente in arrivo!

Windows Phone 8.1 finalmente in arrivo!

Tre mesi dopo l’annuncio ufficiale, Windows Phone 8.1 è finalmente pronto per tutti gli smartphone Lumia con Windows Phone 8. L’update si chiama Cyan  perché contiene alcune aggiunte dal team di Nokia oltre all’aggiornamento preparato da Microsoft. Sono in arrivo un sacco di novità per Windows Phone 8.1, come il Centro operativo per la verifica delle notifiche, la connessione Wi-Fi Sense per la rapida registrazione in un hotspot aperto, e Word Flow la nuova tastiera. C’è anche nuova assistente digitale Cortana di Microsoft, che sarà disponibile inzialmente solo per i possessori di Windows Phone negli Stati Uniti.

Lumia-Cyan-update_Word-Flow111

Word Flow la nuova tastiera per Windows Phone 8.1

Il team di Nokia sta offrendo Cyan, che migliora alcune delle applicazioni più popolari della società: Fotocamera Nokia, Creative Studio e Storyteller sono tutti gli aggiornamenti per ottenere una migliore esperienza utente. C’è anche un nuovo Dispositivo Hub per tenere traccia dei vostri accessori smartphone e un upgrade gratuito Drive+ per chiunque con un Lumia 520, 525, 620 o 720. Windows Phone 8.1 e l’aggiornamento Lumia Cyan dovrebbero iniziare ad essere rilasciati a rotazione da oggi, ma i tempi sono diversi a seconda di dove si vive e dell’operatore telefonico.

In Nord America, ad esempio, l’aggiornamento Cyan è ancora in fase di test. Per controllare manualmente l’upgrade andate su Impostazioni> Telefono Update. L’importante è connettersi al Wi-Fi e liberare la memoria fino ad avere circa 1,5 GB liberi. Aspettiamo con grande ansia il nuovo aggiornamento pronti per provare il nuovo WP  8.1!

Fonte | technobuffalo

Windows 9: come sarà il menù Start?

Windows 9: come sarà il menù Start?

Un notizia diffusa recentemente online racconta del prossimo aggiornamento importante di Windows. Microsoft ha già detto che sta per riportare il menu di avvio nel prossimo aggiornamento per tutti i suoi pc. Uno screenshot apparso in rete ci permette di dare un primo sguardo a come il menu Start potrebbe apparire una volta si fa finalmente il suo ritorno a Windows. La build 9788 del prossimo grande aggiornamento di Windows sta per essere ultimata? Non è ancora chiaro visto che non ci sono state conferme in merito.

unnamed

Si ritiene che il prossimo grande aggiornamento sarà effettivamente chiamato di Windows 9, nome in codice Soglia e i rapporti recenti suggeriscono che l’aggiornamento è attualmente in cantiere quindi è probabile che molte cose potrebbero cambiare prima del suo rilascio. L’intento principale di Microsoft è quello di sostituire il marchio Windows 8 in quanto non è stato un gran successo e magari in tempi stretti.

Fonte | ubergizimo

Smartwatch: Microsoft prepara il suo modello

Smartwatch: Microsoft prepara il suo modello

Negli ultimi anni, Microsoft ha sempre dovuto inseguire per quanto riguarda i dispositivi mobili. Quando debuttò Apple con i primi iPhone, nel 2007, Microsoft ha cercato di risanare la sua posizione con Windows RT e  i tablet, senza però ottenere grandi risultati. Ora, secondo un recente rapporto, Microsoft sbarca sul mercato mondiale con i nuovi SmartWatch.

Gli smartwatch esistono da anni, ma volumi di mercato sono molto bassi. In altre parole, siamo certamente ai primi passi, ma gli analisti sono ottimisti e pensano che  gli smartwatch manterranno la prima posizione nel mercato globale; così i dispositivi indossabili saranno la prossima grande scoperta. La versione più attesa di smartwatch dell’anno è sicuramente il modello iWatch, di Apple e una serie di rapporti suggeriscono che il nuovo dispositivo sarà lanciato nel mese di ottobre. Questa è una cattiva notizia per Microsoft, che prevede il rilascio del suo primo smartwatch nello stesso mese.

Tom Hardware, citato più volte da fonti anonime, ha dichiarato che il dispositivo sarà cross-platform (multipiattaforma) e il display sarà situato sul lato inferiore del dispositivo, opposto alla parte superiore dove viene inserito normalmente;  è il caso degli attuali modelli di smart band. Secondo una delle fonti del sito, girando il palmo della mano fino a guardare l’orologio in realtà ci si sente molto più comodi. Dettagli che circondano la funzionalità del dispositivo e altre caratteristiche non sono state ancora segnalate.

Fonte | bgr

iPhone: riduzione dei furti grazie alla funzione di blocco

iPhone: riduzione dei furti grazie alla funzione di blocco

Quando Apple ha introdotto il nuovo sistema antifurto con iOS 7, per aiutare a prevenire il riutilizzo dei dispositivi iOS rubati, molti hanno visto questa nuova funzione come il modo migliore per aiutare aa diminuire i furti smartphone. In realtà, molti concorrenti cercarono di inserire queste caratteristiche nei loro dispositivi mobili. Oggi il New York Times ha rilasciato alcuni nuovi numeri che mostra un calo dei furti iPhone a seguito dell’attivazione della funzione Lock.

Secondo la polizia di New York, i furti che coinvolgono i prodotti Apple sono scesi del 19% nel primo semestre del 2014 rispetto allo stesso periodo nel 2013. Autorità di Londra e San Francisco hanno a disposizione dati ancora più impressionanti, con rispettivamente  il 24% 38% in meno di furti per dispositivi con iOS. Questi dati sono stati raccolti nei sei mesi successivi il rilascio della funzionalità rispetto conforntati poi con i sei mesi immediatamente precedenti al lancio. Tra le notizie pubblicate sul sito avevamo anche riportato un nuovo progetto in partenza per Microsoft e Google per combattere questo problema che visti i dati colpisce molto meno Apple proprio grazie a questa funzione.

Fonte | 9to5mac

Sistema antifurto per i dispositivi Microsoft e Google

Sistema antifurto per i dispositivi Microsoft e Google

Secondo un analisi pubblicata da PC World, Google e Microsoft stanno progettando un sistema di antifurto da aggiungere al proprio software mobile, nel tentativo di combattere il furto del dispositivo. La funzionalità dovrebbe consentire agli utenti a cui è stato rubato il dispositivo didisabilitarlo così da impedire l’utilizzato senza l’inserimento delle credenziali. Questa funzione prensente sui dispositivi Apple, ha già dimostrato la sua efficacia scoraggiando il furto di iPhone.

La notizia su questo nuovo progetto arriva dopo che il New York Times ha diffuso i dati della polizia dove viene evidenziato un calo del 19% dei furti di iPhone nel 2014 rispetto allo stesso periodo nel 2013, periodo nel quale  Apple aveva attivato la funzione di blocco con il rilascio di iOS 7. PC World mette poi in evidenza i furti di dispositivi Samsung che sono aumentati di oltre il 40%. Da qui la decisione delle le due società di inserire nel sistema operativo un sistema di blocco del dispositivo. Possibil dettagli su una funzione antifurto per l’attivazione di blocco del dispositivo, potrebbero essere annunciati, per quanto riguarda Android, al prossimo Google I / O di fine mese.

Fonte | 9to5google

Cortana: inizia la distribuzione

Cortana: inizia la distribuzione

Cortana, l’assistente personale in Windows Phone, come spiega con un rapido tweet Marcus Ash, program manager del gruppo di Cortana in casa Microsoft, entro poche settimane sarà disponibile a tutti gli utenti nel Regno Unio e in Cina, come spiega anche il tweet del program manager del gruppo di Cortana in casa Microsoft.

Il nuovo software di assistenza vocale, che farà concorrenza a Siri e Google Now, è attualmente è disponibile solo per gli utenti Americani, Ash spiega che Microsoft è completamente focalizzata sullo sviluppo del servizio per i dispositivi Windows Phone e aggiunge che prima di fare qualsiasi altra cosa dobbiamo devono attivare Cortana a più clienti possibili. In una altra dichiarazione inoltre, riportata sul blog di Microsoft, ha sottolineando che i lanci d’oltre oceano sono priorità assoluta per Cortana.
Fonte | thenextweb
Microsoft: ecco la batteria che dura una settimana!

Microsoft: ecco la batteria che dura una settimana!

Tutti coloro che sono in possesso di uno smartphone si rassegnano all’idea che ogni giorno devono collegare il telefono alla presa di corrente per non rimanere senza autonomia. I più sbadati invece si portano nella loro ventiquattro ore un carica batterie in caso di emergenza. Questa routine quotidiana potrebbe presto cambiare, molte aziende infatti stanno lavorando sulla realizzazione di batterie che durino più di un giorno e tra queste società troviamo Microsoft, il colosso creato da Bill Gates, che con una nuova tecnologia in fase di sviluppo, potrebbe preso realizzare un dispositivo con maggiori prestazioni e soprattutto con un consumo ridotto della batteria.

Grazie allo sviluppo di nuovi componenti hardware e software, Microsoft sta mettendo a punto un telefono, la cui batteria avrà una durata di una settimana. Impossibile, voi direte, ma è tutto vero! Presentata da Ranveer Chandra, lunedì al Digital Summit di San Francisco, i nuovi cellulari avranno al loro interno due piccole batterie al litio, anzichè una grande. Con questo tipo di configurazione alcuni software sviluppati per questa applicazione ottimizzeranno il passaggio di energia nello smartphone, in particolare con applicazioni di giochi oppure durante il collegamento a internet. Grazie a questo il team di Chandra è riuscito ad incrementare le prestazioni della batteria del 20-50%.

Purtroppo queste tecnologie non sono ancora disponibili e non resta che aspettare, ma molto presto potremo dimenticarci del carica batterie e della paura che il telefono si scarichi proprio quando ne abbiamo più bisogno.

Fonte | bgr