notizie

Ok, vuoi commentare una notizia, ma il contesto lo leggi?

Ok, vuoi commentare una notizia, ma il contesto lo leggi?

L’arrivo dei social in tutto il mondo ha cambiato molte nostre abitudini. Le notizie vengono lette in modo differente rispetto al passato, migliorando in certi casi e peggiorando in altri, la loro diffusione. Spesso, succede che pubblicata una notizia si scateni una reazione con una serie di commenti di vario tipo, che vanno da quello educato che rispetta la notizia, anche se in disaccordo, a quello fuori di se per la cosa che insulta tutto e tutti. Capisco la reazione di tutti, ad essere sinceri un po’ meno di quello che ha perso la calma ma, ad un certo punto mi chiedo: ma lo leggiamo il contesto in cui è inserita quella frase con cui non ci troviamo d’accordo oppure appena letta partiamo decisi con discorsi filosofici e moralistici o peggio spariamo una serie di insulti come se non ci fosse un domani?

Bella domanda vero? Per dare una risposta la prima cosa che mi viene in mente è legata a quello che ho appena scritto: il contesto in cui è inserita quella frase lo leggiamo? Cerchiamo di capire le ragioni di quella scelta oppure appena siamo in disaccordo gli tiriamo una mazzata sui denti? Scusate il francesismo. Ho la sensazione che sia proprio così e la sequenza può essere sintetizzata in tre fasi: primo la leggo, secondo mi innervosisco, terzo parto con la mia reazione educata o meno a commentare quella notizia. Sbaglio? Sono anch’io come tutti e davanti ad una cosa che non mi piace ho la mia idea ma prima di partire e scrivere cerco di capire il motivo di quella frase, cerco di capire quando e come è stata detta. Facendo questo potrei capire qualcosa in più ed evitare una reazione completamente sbagliata.

Ma il peggio, come succede in questi casi, deve ancora venire! Sto parlando delle persone che godono di tanta visibilità che spesso intervenendo in determinate situazioni esprimono la loro moralità andando a peggiorare la situazione. Non voglio essere polemico e criticare queste persone ma, se godete di tanta visibiltà siate di esempio, cercate di capire il perchè prima di dire la vostra opinione potreste essere d’aiuto e risolvere una situazione magari complicata. Ho scritto questo post non polemizzare con tutto e tutti e quindi mettermi nella posizione di puntare il dito contro chi non usa il buon senso, vuole essere una semplice riflessione su quello che sta accandendo ogni giorno sui social e su internet in genere e lasciatemelo dire, spesso è un totale caos.

Paper: arriva l’aggregatore di notizie di Facebook

Paper: arriva l’aggregatore di notizie di Facebook

L’annuncio doveva arrivare entro fine mese e Facebook non si è fatta attendere comunicando ufficialmente l’arrivo di Paper. La tanto attesa applicazione per la lettura delle notizie made in Menlo Park che permetterà agli utenti di trasformare la propria TimeLine in un elenco di notizie. Il nuovo servizio Facebook ricorda molto Flipboard come sistema di aggregazione e disposizione delle notizie, Paper consisterà inoltre di unire news e aggiornamenti di stato degli utenti in arrivo dal Social Network, ma consentirà principalmente all’utente di leggere le notizie più importanti.

Paper attualmente è disponibile solo sull’App Store USA e solo su iOS, solo dal 3 febbraio sarà disponibile in Italia.

Fonte | mashable

Facebook News Reader in arrivo?

Facebook News Reader in arrivo?

Facebook è vicino a svelare uno nuovo prodotto nella sua vasta gamma di servizi: il tanto atteso sistema di lettura delle notizie. Secondo le ultime news che girano in rete il prodotto è pronto per il lancio e potrebbe essere pubblicato entro la fine di queso mese secondo il sito re/code.

Il servizio nuovo servizio Facebook si chiamera Paper e funzionerà in maniera molto simile a Flipboard, un aggregatore di notizie che raggruppa tutti aggiornamenti social accanto alle notizie che sono di interesse per l’utente integrando inoltre i messaggi di privati Facebook. Non è ancora chiaro se Paper esisterà come applicazione indipendente o all’interno della app Facebook, un portavoce di Facebook ha rifiutato di offrire maggiori dettagli dichiarando di non voler commentare voci e speculazioni.

Attendiamo quindi novità da Menlo Park in merito a questo nuovo servizio, l’ennesimo potremmo dire e non molto originale vista la possibile somiglianza con Flipboard. Paper riuscirà a conquistare utenti tra gli aggregatori di notizie? Il mercato non è troppo saturo per ottenere buoni risultati?

Fonte | mashable