parcheggio

Robot Ray: il parcheggiatore automatico in aereoporto

Robot Ray: il parcheggiatore automatico in aereoporto

Mai pensato ad un parcheggio per automobili hi-tech? In Germania, questo è diventato realtà nell’aeroporto di Düsseldorf (DUS). La società che ha realizzato l’impianto ha infatti introdotto dei robot posteggiatori così da eliminare per i visitatori la seccatura del parcheggio per i viaggiatori. Grazie a questo nuovo modi di parcheggiare i viaggiatori potranno lasciare le loro auto in un punto preciso della struttura ParkingPLUS, questo il nome del servizio.

Una volta parcheggiata la macchina dovranno semplicemente uscire, confermare sul touch-screen che nessuno è in macchina, così che il robot, soprannominato Ray, prenderà in consegna la macchina per parcheggiarla. A questo punto si avvierà la procedura dove dopo aver misurato il veicoo, un sistema elevatore sposterà la macchine in uno dei 249 posti del sistema ParkingPLUS. Ray è in grado di trasportare vetture di serie che pesano fino a 3,31 tonnellate.

Il servizio di parcheggio è inoltre collegato alla banca dati dell’aeroporto dove, controllando i dati di viaggio del cliente, saprà con precisione quando verrà a ritirare l’automobile. Nel caso ci fossero cambiamenti di itinerario tramite un app disponibile per iOS e Android sarà possibile modificarli. L’aeroporto di Düsseldorf è relativamente piccolo, e grazie a Ray le distanze tra aerei e veicoli passeggeri saranno ancora più brevi – ha detto Thomas Schnalke. Il nostro prodotto è particolarmente adatto per chi viaggia molto per lavoro, – contiuna Schnalke- arrivano in aeroporto poco prima del volo e sono alla ricerca di parcheggio efficiente e veloce.

Il costo per il servizio ParkingPLUS  a Düsseldorf costa 29 euro al giorno oppure 4 euro all’ora. Anche se l’aeroporto si rivolge principalmente a chi viaggia per lavoro, il servizio è aperto a chiunque. Ray realizzato da Serva era stato installato in fase di test nella città bavarese di Grabenstätt nel 2013, Düsseldorf è la prima vera installazione del sistema.

Fonte | mashable

Google Search: adesso ti dice dove hai parcheggiato

Google Search: adesso ti dice dove hai parcheggiato

Google ha aggiornato in questi giorni, alla versione 3.4, la la sua app su Android con diverse nuove funzionalità interessanti. Tra le diverse novità disponibili ne vogliamo segnalare una su tutte, una funzione che potrebbe essere una comodità per i tanti utilizzatori di smartphone che hanno problemi con il parcheggio della loro auto. L’aggiornamento annunciato ad inizio del mese di aprile e ora disponibile su Google Search offre la possibilità di rilevare automaticamente la posizione dove avremo parcheggiato aiutandoci poi a ritrovarlo più tardi.

La domanda a questo punto è scontata: come fa Google a sapere se abbiamo parcheggiato? La risposta va cercata negli ultimi aggiornamenti lanciati dal colosso americano con l’applicazione Play Service e le tante funzioni che dispone. Tra queste troviamo Activity Recognition, presentata al Google I/O 2013, che tramite alcuni sensori, rileva il nostro movimento, se per esempio stiamo camminando, guidando o andando in bicicletta. La nuova funzione per Google Search, disponibile inizialmente solo negli Stati Uniti è attualmente utilizzabile anche in Italia.

Fonte | 9to5google