Social

Facebook Mention: chatta con i personaggi famosi

Facebook Mention: chatta con i personaggi famosi

Un nuovo tassello dell’enorme panorama Facebook arriva in Italia, stiamo parlando di Mentions, una nuova applicazione che crea un collegamento diretto tra i personaggi famosi e tutte le altre persone presenti permettendogli di interagire tra di loro. Grazie all’arrivo dei social network il modo di comunicare è completamente cambiato e il mettersi a contatto con i VIP è diventato più semplice, attualmente su Facebook circa 800 milioni di utenti sono collegati ai personaggi famosi.

Tra gli utenti italiani il 69% ha collegamenti con una celebrità, generanfo più di un 1 miliardo di interazioni alla settimana. Mention è molto diffusa negli Stati Uniti e il suo scopo principale è quello di rendere più semplice la comunicazione tra vip e fan. Il funzionamento è molto semplice, basterà infatti che il personaggio famoso attivi sulla propria pagina facebook Mentions creando una live chat diretta con i fan, sarà così possibile partecipare ad una conversazione con una celebrità.

In Italia Mention è appena arrivata, non sappiamo quindi come la rete reagirà a questa nuova funzione di Facebook, sarà un completo buco nell’acqua? Non resta che attendere vedere le prime reazioni. Va però detto che Mention potrebbe essere un interessante strumento per i personaggi famosi, perchè gli permetterebbe di avere a disposizione tantissimi contatti diretti con la propria rete di fan così da poter creare una rete da cui ottenere in tempi immediati una reazione, come per esempio per un cantante su una nuova canzone. L’applicazione è attualmente disponibile solo per utenti Apple a questo link.

Google My Business: il nuovo servizio per le aziende

Google My Business: il nuovo servizio per le aziende

Google, pensa ancora una volta alle aziende e alla loro visibilità presentando una serie di utilità per gli imprenditori. Nel nuovo servizio il colosso americano mette a disposizione delle società un aiuto importante per condividere in rete le informazioni aziendali, foto, recensioni e, come era logico pensare, utilizzare Google+. Il nuovo pacchetto per le aziende si chiama Google My Business, che suona come un invito a coloro che non hanno ancora capito come utilizzare Google e sfruttare le sue potenzialità di cui dispone.

Effettuata la registrazione e inserite le informazioni richieste da Google, i dati verranno inviati in automatico su Google Search, Google Maps e Google Search, così da permettere agli utenti più possibilità di ricerca e quindi di visibilità per le aziende. Le aziende, per incrementare la loro visibilità sono quindi invitati ad aggiungere foto e tour virtuali, leggere e rispondere alle recensioni caricate dagli utenti, ad aggiungere informazioni come indirizzo, telefono, orari di apertura e altro ancora. Il nuovo servizio facililità alle imprese la condivisione su Google+.

Tra i servizi disponibili, sempre collegati a Google My Business, troviamo l’integrazione con AdWords Express, un importante aiuto per gli imprenditori che vorranno analizzare i dati in arrivo da Google per capire meglio come le persone interagiscono con loro. Google oltre alla versione per desktop o laptop ha rilasciato una versione mobile di Google My Business, dando la possibilità di inserimente anche da telefono o tablet.  L’applicazione è attualmene disponibile solo per Android su Google Play, a breve sarà disponibile anche per iOS.

Fonte | techcrunch

Smart Hoodie: la felpa smart che manda messaggi

Smart Hoodie: la felpa smart che manda messaggi

La tecnologia wearable potrebbe presto andare oltre accessori come gli smartwatch e occhiali a realtà aumentata ed entrare nel mondo dei tessuti e dell’abbigliamento. Il primo passo in verso l’espansione di queste applicazione indossabili potrebbe essere Smart Hoodie, un prototipo che viene presentato dai suoi creatori come un telefono indossabile. Smart Hoodie è un dispositivo disegnato dagli studenti della New York University sez. programmi e comunicazione, che permetterà di inviare messaggi in ogni momento compiendo un semplice movimento per esempio di un braccio.

Ma come funziona tutto questo Il dispositivo è stato integrato in una felpa, come potete vedere nel filmato, e per esempio, sistemando il cappuccio, oppure arrotolando una manica, sarà possibile mandare messaggi preimpostati. Con Smart Hoodie è anche possibile avere comunicazioni segrete. In più grazie alla piattaforma open-source Arduino, è possibile anche la condivisione di informazioni con Facebook o altri social network. Ora Smart Hoodie è solo un esperimento scolastico, anche se non dovremmo aspettare ancora a lungo per avere questa tecnologia. Che ne dite di una felpa con queste funzioni?

Fonte | digitaltrends