stanford

Facebook funzione pagamenti integrata in Messenger

Facebook funzione pagamenti integrata in Messenger

Sicuramente vi sarà succeso di uscire di casa e aver dimenticato il portafoglio, andare a cena con gli amici e non poter pagare. Nessun problema certo, un amico paga per voi e gli restituirrete i soldi il giorno dopo. Tutto molto semplice non c’è dubbio, ma se volessimo farlo subito per evitare per esempio di dimenticarsi? Anche in questo caso esiste una soluzione: tramite l’applicazione di PayPal, potrete fare la transizione in tempi brevissimi. Secondo le ultime notizie circolate in rete ci potrebbe essere presto un alternativa al sito di pagamenti on-line. Stiamo parlando di Facebook, che  a quanto pare , vista la recente scoperta di uno studente dell’università di Stanford inserirà in Messenger la funzione per i pagamenti.

facebook-payments-select-method

Andrew Aude, questo il nome dello studente ha scoperto tra le varie funzioni nascote che Facebook stia sviluppando un sistema di pagamenti integrato nella sua app di messaggistica Messenger. Come potete vedere nello screenshot la funzione è già presente nel’ultima versione dell’applicazione, ma per il momento non è disponibile agli utenti. Quando verrà attivata gli utenti potranno quindi inviare denaro ad un altro utente utilizando lo stesso sistema di quando inviamo una foto.

Il sistema come possiamo vedere supporta solo carte di debito viste i costi gestione inferiori, come per esempio la transazione che non viene tassata,  anche se tutto questo non è definitivo e nel momento del lancio tutto potrebbe cambiare. Non si conosce ancora quando Facebook abiliterà questa funzione, nel frattempo però possiamo dare una spiegazione al perche Facebook abbia imposto Messenger ai suoi utenti.

Fonte | ubergizmo

Nuove batterie al litio per una maggiore autonomia

Nuove batterie al litio per una maggiore autonomia

Le batterie agli ioni di litio presenti all’interno dei dispositivi mobile sono molto limitate e spesso siamo costretti ricaricare il nostro smartphone almeno una volta al giorno, condizionando a volte l’utilizzo del dispositivo. In tutto il mondo si stanno studiando soluzioni per risolvere questo problema sfruttando meglio l’energia presente all’interno delle batterie. Tra i tanti progetti attivi oggi vogliamo segnalare un nuovo progetto interessante che arriva dai ricercatori dell’Università di Stanford, che hanno sviluppato una nuova batteria al litio che potrebbe durare per molto, molto di più.

La nuova tecnologia sviluppata sfrutta delle nanosfere cave di carbonio che ricoprendo l’anodo di Litio con un monostrato amorfo, vanno ad aumentare l’isolamento e quindi l’efficienza. Secondo i primi calcoli aumenterebbe la resa del 99% su un test di 150 cicli, una resa molto maggiore rispetto ad un anodo non rivestito con questo materiale. Il risultato di questo nuovo progetto è una batteria che non decadrà rapidamente nel tempo grazie ad uno sfruttamento migliore del litio presente al suo interno.

Steven Chu, portavoce del progetto di Stanford e ex Segretario dell’Energia degli Stati Uniti, calcola che se un cellulare utilizzerà questa batteria potrà raddoppiare o triplicare l’attuale autonomia. Un altro settore che potrebbe trarre benefici da questo sono le case automobilistiche che nello sviluppo di auto elettriche a basso costo sarebbero in grado di offrire modelli con un’autonomia più alta.

Fonte | engadget