Touch ID

iPad Air 2: gli utenti passeranno al nuovo modello?

iPad Air 2: gli utenti passeranno al nuovo modello?

Apple ha presentato durante l’evento di ieri i nuovi iPad Air 2 e iPad Mini 3, dove possiamo notare una riduzione dello spessore e un aumento della velocità nel modello pri grande e nessuna novità rilevante nel modello più piccolo. Entrambe le tavolette però, sono ora sono dotate della funzione Touch ID, che consente, oltre allo sblocco del tablet con impronta digitale di effettuare i pagamenti online tramite Apple Pay.

I nuovi iPad dovranno presto affrontare una battaglia in salita però, sulla base dei dati pubblicati da Localytics per BI Intelligence rilevati nel mese di settembre, il 48% dei proprietari del tablet Apple possiede ancora vecchi modelli che hanno ormai due anni, per essere precisi le prime tre generazioni.

Tutto questo non è però una sorpresa dobbiamo dirlo, la tendenza dei proprietari di un iPad tende infatti ad aggiornare il proprio tablet più come si cambia un computer portatile (ogni 3-4 anni), che come si cambia uno smartphone (ogni 1-2 anni). A causa delle pochissime novità presentate quest’anno, fatta eccezione per il Touch ID, Apple potrebbe avere davanti a se un momento difficile nelle vendite e trovare difficolta nel convincere i proprietari di iPad attuali ad effettuare il passaggio ad un nuovo modello.

Ecco i dati rilevati da Localytics dove possiamo vedere che modelli di iPad sono ancora tra le mani degli utenti Apple:

ipad_ statistica

Fonte | businessinsider

iPhone 4s: non installate iOS 8!!

iPhone 4s: non installate iOS 8!!

iOS 8 è stato rilasciato appena per i milioni di iPhone, iPod e iPad in tutto il mondo, compresi l’ormai superato iPhone 4s. L’aggiornamento, come è logico che sia, è stato ottimizzato per i modelli più recenti, anche se troviamo la versione 4s compatibile con l’ottava release del sistema operativo Apple. Aggiornarlo potrebbe portare ad avere funzionalità ridotte rispetto a quelle messe a disposizione, tempi di avvi più lenti, le prestazioni inferiori, e una qualità inferiore ad iOS 7.

L’iPhone 4s è stato rilasciato nel 2011 come un modello molto interessanti sotto vari aspetti, ma tre anni di progresso ha trasformato lo smartphone di punta di Apple in un lontano ricordo. Questo aggiornamento insomma potrebbe peggiorare le prestazioni del nostro smartphone, per cominciare, una serie di caratteristiche non saranno disponibili per iPhone 4s, come il touch ID, AirDrop e Open GL ES 3.0. Queste caratteristiche non disponibili perchè semplicemente manca l’hardware necessario per gestire queste funzionalità, come ad esempio un lettore di impronte digitali.

Se andiamo a considerare le prestazioni del processore A5 notiamo subito che dispone di circa la metà della potenza di elaborazione del chip di A8 disponibile su iPhone 6, rendendo iOS 8 run molto lento rispetto ad iOS 7. Secondo i test di velocità effettuati da Ars Technica, un iPhone 4S quasi ci metterà circa tre secondi in più per avviarsi, il doppio per avviare Safari e in generale più tempo per avviare tutte le altre applicazioni.

test-iphone4s
Alla luce di queste considerazioni è giusto aggiornare ad iOS 8 un iPhone 4s? Forse no. Apple di solito rilascia iOS 8 nelle settimane successive alcuni aggiornamenti che vanno a sistemare i primi bug riscontrati dagli utenti e a ottimizzare le prestazioni specialmente per gli iPhone più datati. Potrebbe valere la pena aspettare se non avete la necessità o semplicemente la curiosità di vedere all’opera le nuove funzionalità di iOS 8 e vedere quello che Apple svilupperà per migliorare le prestazioni dei vecchi modelli di iPhone.

Fonte | digitaltrends

iPhone 6: NFC disponibile solo con Apple Pay

iPhone 6: NFC disponibile solo con Apple Pay

Una delle principali nuove caratteristiche del nuovo iPhone 6 oltre al display più grande e alla versione iPhone 6 Plus è la presenziaza del protocollo NFC (NearField Communication) presente nel nuovo Apple Pay. In altri telefoni attualmente sul mercato, oltre al pagamento tramite smartphone, la comunicazione tramite NFC permette non solo i pagamenti mobili, ma permette di sincronizzare rapidamente altoparlanti e applicazioni. Secondo un rapporto condiviso da Cult of Mac, Apple mette delle limitazioni sull’uso di NFC, gli sviluppatori iOS e produttori di accessori non saranno in grado, di utilizzare questa nuova funzione inserita da Cupertino nelle loro applicazioni e prodotti.

Apple non è nuova a questo tipo di scelta, già con il lancio del touch ID lo scorso anno aveva attuato questo tipo di politicaLa scorsa settimana la società aveva però dichiarato che lavorerà con più di 200.000 attività commerciali tra cui Whole Foods e Macy e verrà integrato in applicazioni da Target e OpenTable. Durante il lancio del nuovo iPhone 6, Apple ha rivelato che il protocollo NFC sarà presto in grado per esempio di sbloccare le porte in alcuni alberghi, funzione che apre la strada a a nuove tecnologie e nuovi accordi che Apple porterà a termine in futuro per mettere a disposizione dell’utente nuove funzioni per un esperienza più completa.

Fonte | mashable

Apple iPhone 6: tecnologia NFC in arrivo

Apple iPhone 6: tecnologia NFC in arrivo

Dopo anni di articoli dove si diceva che la tecnologia NFC, protocollo per i pagamenti tramite smartphone, sembra ormai aver raggiunto la fine sta per ricevere una nuova spinta e ripartire. Tutto questo riprenderà vita il 9 settembre dove nel nuovo iPhone 6 disporrà della nuova tecnologia. Apple ha infatti raggiunto un accordo per questo tipo di pagamento con American Express, Visa e MasterCard. Ormai da tempo Android supporta la tecnologia NFC, e la palla in questo momento è nelle mani di ogni singolo commercianti che dovrà adeguarsi alla nuova tecnologia per poter permettere questo tipo di pagamenti. Pensando al nostro paese possiamo starne certi che servirà molto tempo per questo cambio che potremmo definire di mentalità.

La scorsa settimana sul Daring Fireball di John Gruber, veniva suggerito il protocollo NFC come una tecnologia sicura dove memorizzare le carte di credito, in modo da poter pagare la merce nei negozi al dettaglio, aggungendo che i pagamenti mobili saranno possibili anche con nuovo iWatch. Apple per aumentare ulteriormente la sicurezza nei pagamenti tramite NFC dispone già sull’attuale iPhone 5s, di ottimo sistema: la possibilità di memorizzare le impronte digitali. A proposito di questo in una delle varie conferenze di Tim Cook ricordiamo una sua dichiarazione dove annunciava che l’autenticazione tramite le impronte digitali per effetturare dei pagamenti era uno dei motivi che hanno spinto Apple a svilluppare il Touch ID.

Fonte | cultofmac