vendite

Smartwatch: Microsoft prepara il suo modello

Smartwatch: Microsoft prepara il suo modello

Negli ultimi anni, Microsoft ha sempre dovuto inseguire per quanto riguarda i dispositivi mobili. Quando debuttò Apple con i primi iPhone, nel 2007, Microsoft ha cercato di risanare la sua posizione con Windows RT e  i tablet, senza però ottenere grandi risultati. Ora, secondo un recente rapporto, Microsoft sbarca sul mercato mondiale con i nuovi SmartWatch.

Gli smartwatch esistono da anni, ma volumi di mercato sono molto bassi. In altre parole, siamo certamente ai primi passi, ma gli analisti sono ottimisti e pensano che  gli smartwatch manterranno la prima posizione nel mercato globale; così i dispositivi indossabili saranno la prossima grande scoperta. La versione più attesa di smartwatch dell’anno è sicuramente il modello iWatch, di Apple e una serie di rapporti suggeriscono che il nuovo dispositivo sarà lanciato nel mese di ottobre. Questa è una cattiva notizia per Microsoft, che prevede il rilascio del suo primo smartwatch nello stesso mese.

Tom Hardware, citato più volte da fonti anonime, ha dichiarato che il dispositivo sarà cross-platform (multipiattaforma) e il display sarà situato sul lato inferiore del dispositivo, opposto alla parte superiore dove viene inserito normalmente;  è il caso degli attuali modelli di smart band. Secondo una delle fonti del sito, girando il palmo della mano fino a guardare l’orologio in realtà ci si sente molto più comodi. Dettagli che circondano la funzionalità del dispositivo e altre caratteristiche non sono state ancora segnalate.

Fonte | bgr

ebay Valet: un assistente per le nostre vendite on-line

ebay Valet: un assistente per le nostre vendite on-line

Ebay lancia una nuova applicazione chiamata eBay Valet, che gestirà le vendite per noi, seguendo ogni fase del processo di vendita come determinare il valore di un elemento, definire la quotazione, venderlo e gestire la spedizione. Tutto questo da oggi è a portata di mano così da rendere la vendita online ancora più facile e più accessibile. La nuova applicazione mobile avrà però alcune restrizioni, non funzionerà con qualsiasi cosa, come oggetti ingombranti peso superiore a 25 chili, quelli in cattive condizioni con un valore inferiore a 40 dollari, supporti come DVD e CD, oggetti preziosi di fascia alta, e altro ancora.

Al di la di queste limitazioni è possibile vendere oggetti di elettronica, collezionismo, scarpe, borse, articoli sportivi, strumenti musicali e persino parti automobilistiche. L’applicazione è stata progettata e sviluppata dalla IIC (Israele Innovation Center), con sede a Tel-Aviv. Ecco come funziona: per iniziare, basta prendere una foto dell’oggetto che si vuole vendere, quindi immettere o dettare la descrizione del tuo articolo. Entro 30 minuti, l’assistente ebay risponderà con un range di valutazione, e ti verrà chiesto se si vuole ancora vendere. Accettato il valore proposto l’oggetto verrà messo in vendita e sarà la stessa eBay ad inviare via mail un’etichetta di spedizione.

screen-shot-2014-06-17-at-2-47-48-pm

Nel caso in cui non si disponesse di un account di posta elettronica l’azienda invierà una scatola prepagata gratis. Ad articolo venduto il 70% del guadagno sarà dell’utente, il restante 30% sarà incassato da ebay. Per ora, il gigante dell’e-commerce, dichiara che eBay Valet è in prova e vanno settati tutti i parametri prima della versione definitiva, ci vorrà quindi del tempo per poterlo utilizzare.

Fonte | techcrunch

Vendite tablet: ecco le previsioni per il 2015

Vendite tablet: ecco le previsioni per il 2015

Il mercato dei tablet sta guadagnando molto in questi anni e a farne le spese sono i fidati “vecchi computer” sia che parliamo di laptop che di desktop. Come si evolverà a questo punto il mercato nei prossimi anni? Lo sviluppo così rapido di questi dispositivi influenzerà le vendite? Nel mercato americano il 42% possiede un tablet, cifra davvero importante.

La società di market intelligence IDC ha diffuso un grafico con le previsioni sul mercato di questi dispositivi in prospettiva 2015 considerando le vendite di PC e tablet, l’analisi effettuata fa notare quello che forse tanti si aspettavano di vedere: i tablet supereranno le vendide dei PC entro il prossimo anno, anche se il tasso di crescita del mercato dei tablet sta rallentando, le vendite di PC stanno rallentando molto di più.

Il grafico seguente, creato da Statista, mostra l’andamento passato delle vendite e come probabilmente saranno suddivise le vendite nel 2014

2014_03_06_Tablets

Fonte | mashable

Apple numeri inferiori alle aspettative, positivo o negativo?

Apple numeri inferiori alle aspettative, positivo o negativo?

Nell’ultima settimana, precisamente Lunedì, Apple ha pubblicato i risultati delle sue vendite dichiarando di aver aumentato nel corso del 2013 le spedizioni globali di iPhone del 13%, risultati interessanti non c’è dubbio ma il suo tasso di crescita è indietro rispetto alle aspettative nel mercato probabimente più importante per la società.

Nel 2013, Apple ha venduto 153,4 milioni di iPhone, contro i 135,9 milioni nel 2012. Samsung, uno dei maggiori concorrenti di Apple, è passato da 219,7 a 313,9 milioni, segnando una crescita del 43% mentre del 38,4 rispetto al mercato in generale. I nuovi dati, forniti dalla International Data Corporation (IDC), chiarisce meglio il rapporto delle vendite pubblicato recentemente da Apple. Nella tabella di Statista qua sotto potete vedere le spedizioni di smartphone a livello mondiale dalle migliori aziende nel corso del 2013.2014_01_28_Smartphone
In fatto di numeri Apple è sicuramente indietro rispetto a Samsung non c’è dubbio, ma se andiamo ad analizzare meglio il tutto vediamo che Cupertino punta su tre modelli di celluari il modello 4s 5c e 5s, Samsung su molti di più coprendo una fascia di mercato sicuramente più ampia e da questo punto di vista i più di 300 milioni di smarphone venduti sono giustificati. L’analisi andrebbe fatta a parità di modelli e poi analizzando i guadagni per avere una visione corretta e alle stesse condizioni. Il Samsung Galaxy S4 vende più o meno del suo concorrente Apple iPhone 5S? Domanda sicuramente interessante.

Fonte | mashable

Vendite alle stelle per Apple nell’ultimo trimestre

Vendite alle stelle per Apple nell’ultimo trimestre

Nel caso in cui non foste convinti che Apple e il suo iPhone non abbiano avuto un 2013 molto redditizio sulle vendite vi riportiamo alcuni dati analizzati da Fortune, società di analisi che ha raccolto le stime di vendita elaborate da 44 analisti. I risultati a quanto sembra hanno dell’incredibili e non lasciano spazio a dubbi su quello che Cupertino ha ottenuto nell’anno appena passato.

Dall’analisi effettuata gli analisti hanno riscontrato che Apple ha appena avuto il miglior trimestre della sua storia da quando ha commercializzato il suo smartphone. La media di tutti i 44 tecnicdi dice che stiamo parlando di record e quindi di vendite pari a 55,3 milioni di iPhone, un salto del 16% rispetto allo stesso trimestre dell’anno prima. Apple publicherà i risultati finanziari dell’ultimo trimestre 2013, Lunedi 27 gennaio dopo la chiusura della borsa.

Fonte | bgr

Vendite iPhone 5c inferiori alle aspettative?

Vendite iPhone 5c inferiori alle aspettative?

Dal punto di vista delle vendite, il nuovo iPhone 5c non si è presentato molto bene, ma questo non significa che Apple sia delusa. Uno dei principali obiettivi di Apple nel realizzarlo era di avere nella propria gamma un cellulare a basso costo, se così possiamo definirlo, in alternativa al modello di punta e più costoso iPhone 5s.

La mossa di Apple di realizzare un modello meno costoso è legata al fatto che osservando le statistiche di mercato molti consumatori si affollavano per comprare i modelli di iPhone più datati che costavano 100 dollari in meno rispetto all’ultimo modello di punta. Cupertino si è quindi resa conto che questo poteva essere un minaccia per i suoi conti e ha deciso quindi di realizzare queso modello in plastica. La soluzione è legata alla crisi? Smettere di vendere il modello in alluminio e sostituirlo con una versione in plastica i cui materiali sono 20-30dollari in meno rispetto al vecchio modello può avere senso?

Osservando la nuova ricerca di Intelligence Research Partners notiamo che questa mossa non ha portato ad Apple i risultati sperati. I numeri dimostrano che il modello Apple iPhone 5c ha acquisito meno quota di mercato di il modello 4s ha fatto un anno fa, quando era l’opzione mid-range. Il modello 5s, al contrario, ha conquistato una quota maggiore rispetto alla versione 5 nel suo primo trimestre completo sul mercato. Ecco qui il guadagno di Apple, arrivato da un altro canale!!

Per concludere possiamo quindi dire che Apple sta comunque guadagnando dal modello 5c investendo meno soldi rispetto al precedente iPhone 5 anche se i risultati sono inferiori alle aspettative, ma il fatto interessante è che questa non voglia di comprare il modello con scocca in plastica porta i consumatori a comprare il modello di punta facendo passare in secondo piano il fatto che il modello 5s costa molto di più.

Fonte | bgr

Amazon: pubblicati i risultati nel 2013

Amazon: pubblicati i risultati nel 2013

Amazon ha rilasciato alcune cifre riguardanti gli acquisti fatti sul proprio sito nell’anno appena passato, pubblicando dati davvero impressionanti a riguardo. I volumi di vendita dell’azienda nel cordo del 2013 sono davvero enormi.

L’azienda ha infatti rivelato che nel corso del 2013 sono stati venduti più di 1 miliardo di articoli considerando il canale principale con vendita diretta Amazon e tutte le società che ne sfruttano il servizio. Quesa cifra davvero importante va poi trasformata in miliardi di dollari di vendite. Amazon, nel complesso, ha più di 2 milioni di venditori, che hanno contribuito ad incrementare il numero di ordini. Per fare un confronto su Cyber, ​​Lunedi sono stati ordinati 13 milioni di articoli sono stati ordinati in tutto il mondo.

Insieme al numero di articoli aumentati Amazon ha visto anche aumentare del 65% anno dopo anno che sfruttano i canali dell’azienda americana per non sfruttare i vantaggi che mette a disposizione come la spedizione gratuita, le esportazioni più semplici e Amazon Prime.

Fonte | thenextweb